A
Attualità
Attualità, 12/2016, 15/06/2016, pag. 328

Irlanda - Chiesa e società pluralista: uscire da dove?

I cattolici nella globalizzazione tra Vaticano II e ricerche identitarie

Massimo Faggioli

L’Irlanda rappresenta un ponte tra il cattolicesimo dell’Europa continentale e quello nordamericano, e incarna, come poche altre oggi, una Chiesa in transizione dal ruolo di fondamento morale e culturale del paese a una Chiesa in una società pluralista e secolarizzata. In questo frangente il tema del convegno organizzato dal Loyola Institute del Trinity College di Dublino sul ruolo della Chiesa nella società pluralista («The Role of the Church in a Pluralist Society. Good Riddance or Good Influence?») s’inserisce nel dibattito sul futuro del cattolicesimo nel paese.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-14

Germania - Vaticano II: un nuovo commentario

Massimo Faggioli

Il progetto s’iscrive nell’opzione teologica fondamentale di Karl Rahner che vide nel Concilio l’inizio di una nuova fase nella storia della Chiesa – il Concilio come «l’inizio di un inizio» verso una globalizzazione della Chiesa, la Weltkirche oltre il contesto europeo e occidentale.

 

Attualità, 2019-12

Stati Uniti - Chiesa cattolica: l’aborto come tattica

L’estremizzazione sui temi etici, la crisi di leadership della Chiesa

Massimo Faggioli

Negli Stati Uniti la legislazione sull’aborto continua a essere la questione simbolicamente più divisiva a livello sia politico sia ecclesiale. La divaricazione delle posizioni dei repubblicani e dei democratici sull’interruzione di gravidanza ha creato, dalla fine degli anni Settanta in poi, una polarizzazione politica che non accenna a diminuire.

 

Attualità, 2019-8

Il cantiere aperto della sinodalità

Massimo Faggioli

Dal punto di vista teologico, l’enfasi sulla sinodalità è essenziale per comprendere il pontificato di Francesco anche come atto di recezione e di contributo al dibattito sul ruolo del Vaticano II nella Chiesa oggi e costituisce uno degli apporti più importanti alla tradizione ecclesiologica della Chiesa postconciliare.