A
Attualità
Attualità, 12/2016, 15/06/2016, pag. 336

Italia - Disabili: dopo di noi

Sabrina Magnani

E' il 9 aprile 2014 quando Sergio Ruggeri, un ex impiegato che abita nella periferia romana, uccide nel sonno la moglie Maria Teresa Favarelli, 64 anni, gravemente ammalata di cancro, e il figlio Alessandro di 36 anni, affetto da una grave disabilità fin dalla nascita. Una tragedia che ha stimolato il Parlamento a riprendere la discussione su una proposta di legge conosciuta come «Dopo di noi», a tutela delle persone con forti disabilità o non autonome venuti meno i loro familiari.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-4

Povertà - Rapporto Oxfam: ancora più diseguali

Sabrina Magnani

È la sconfitta delle speranze d’inizio millennio quando in sede internazionale, con i «millennium goals» proclamati dall’ONU e fatti propri da governi e istituzioni, si programmava la lotta contro le povertà e la riduzione delle diseguaglianze che ne sono la prima causa: la diseguaglianza nel mondo tocca oggi vertici mai raggiunti, e con essa la povertà. I dati dell’annuale rapporto Oxfam lo testimoniano in maniera lapalissiana.

 

Attualità, 2018-20

Fondazione Migrantes - Italiani all’estero: cinque milioni

Sabrina Magnani

Presentato a Roma lo scorso 24 ottobre, il XIII Rapporto degli italiani all’estero, curato dalla Fondazione Migrantes conferma l’accelerato aumento degli italiani che scelgono un altro stato dove vivere: a fine 2017 se ne contavano oltre 5 milioni e 100.000, ben 2 milioni in più rispetto ai circa 3 milioni del 2006, un trend (+64,7%) che è andato di pari passo con l’acuirsi della crisi economica e occupazionale.

 

Attualità, 2018-10

Armi - Rapporto SIPRI 2018: direzione Est

Sabrina Magnani

È del 2 maggio il rapporto annuale del SIPRI, lo storico istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma, che attesta la cifra record nell’ultimo quinquennio delle spese per sistemi d’arma: 1.739 miliardi di dollari nel 2017, pari al’1,1% in più rispetto all’anno precedente. Si tratta del 2,2% del PIL mondiale, una percentuale che non era mai stata raggiunta da inizio millennio. Tra i paesi importatori primeggiano invece l’India, l’Arabia Saudita, l’Egitto, gli Emirati Arabi Uniti e la Cina: da soli, costituiscono il 35% dell’intero import mondiale.