A
Attualità
Attualità, 20/2016, 15/11/2016, pag. 593

Stati Uniti - Chiesa ed elezioni: una post-identità

I cattolici nell’era Trump

Massimo Faggioli

Contro le previsioni di quasi tutti gli analisti e i sondaggisti, le elezioni dell’8 novembre 2016 hanno portato alla Casa Bianca l’imprenditore, bancarottiere e celebrità televisiva Donald J. Trump (Regno-att. 18,2016,513). È un risultato che cambia la democrazia americana e che non deve essere banalizzato. Trump è stato eletto anche grazie agli appelli alla violenza e all’odio razziale lanciati in un codice molto facile da interpretare, in un paese in cui molti afroamericani hanno memoria diretta dei linciaggi. Messaggi antisemiti hanno fatto parte della campagna di Trump, appoggiata non solo dal Ku Klux Klan, ma anche da quei settori della società americana noti per posizioni di «white supremacy».

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-18

Stati Uniti - Chiesa cattolica: latinos in movimento

Massimo Faggioli

L’aggravarsi della crisi ecclesiale negli Stati Uniti, specialmente per la spaccatura dei cristiani di fronte alla presidenza Trump e per la questione degli abusi e delle violenze sessuali non ferma il cammino del cattolicesimo dei latinos. Questo volto della Chiesa USA rappresenta la linfa vitale – sociologicamente ma non solo – di una comunità che, specialmente grazie all’afflusso di immigrati cattolici dall’America centrale e meridionale, risente della secolarizzazione in modo minore rispetto ad altre Chiese in Occidente. 

Attualità, 2019-16

Stati Uniti - Chiese: contro il nazionalismo

Massimo Faggioli

Continua negli Stati Uniti il dibattito su nazionalismo e razzismo all’interno delle Chiese. Nel mese di agosto si è avuta la presa di posizione di una ventina di teologi e storici laici, appartenenti a confessioni cristiane diverse (cattolici, ortodossi e protestanti) e docenti nelle più importanti università, pubblicata sulla rivista Commonweal.1 Il documento risponde al ralliement tra l’amministrazione Trump e ampi settori del cristianesimo americano – specialmente evangelicale e cattolico – visibile fin dalla campagna elettorale e dall’inizio della presidenza: dal 2016 a oggi il consenso di questi settori del cristianesimo bianco per Trump non si è indebolito.

Attualità, 2019-14

Germania - Vaticano II: un nuovo commentario

Massimo Faggioli

Il progetto s’iscrive nell’opzione teologica fondamentale di Karl Rahner che vide nel Concilio l’inizio di una nuova fase nella storia della Chiesa – il Concilio come «l’inizio di un inizio» verso una globalizzazione della Chiesa, la Weltkirche oltre il contesto europeo e occidentale.