A
Attualità
Attualità, 6/2017, 15/03/2017, pag. 136

Santa Sede - Medjugorje: dare credito alla pastorale

Guido Mocellin

A fine marzo 2017 mons. Henryk Hoser, arcivescovo di Varsavia, giungerà a Medjugorje per dare esecuzione all’incarico d’«inviato speciale» affidatogli poco meno di un mese prima da papa Francesco.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2017-12

Francesco - Viaggio a Fatima: le due Marie

Dal pellegrinaggio in Portogallo alla commissione su Medjugorje

Guido Mocellin

Papa Francesco si è esposto intorno al fenomeno Medjugorje mentre tornava dal pellegrinaggio a Fatima, ma non è solo questo il dato che suggerisce un qualche parallelo tra le apparizioni mariane avvenute in Portogallo nel 1917 e quelle iniziate in Erzegovina nel 1981. In entrambi i casi, infatti, le questioni in gioco, al centro anche dell’interesse dell’opinione pubblica ecclesiale, si possono ricondurre al ruolo e alla credibilità dei veggenti.

Attualità, 2017-10

Verso il Sinodo sui giovani: dar voce alla Rete

Guido Mocellin

Sono numerose le iniziative che le diocesi di tutto il mondo stanno mettendo in campo per partecipare, sulla base del Documento preparatorio uscito a gennaio (cf. Regno-att. 2,2017,9; Regno-doc. 3,2017,67), alla preparazione del Sinodo dei vescovi del 2018 su «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale». Tra queste, e limitatamente alle Chiese europee, ne segnaliamo qui tre che si caratterizzano per l’utilizzo dei canali digitali attraverso la specifica modalità di un questionario da compilare on-line.

Attualità, 2017-10

Francia - Presidenziali. I vescovi: con discrezione

Guido Mocellin

In attesa delle decisioni del Consiglio permanente, in programma per il 15-16 maggio 2017, la Conferenza dei vescovi francesi ha affidato a due interviste del presidente mons. Georges Pontier, rilasciate a Radio Vaticana (8 maggio) e al quotidiano La Croix (10 maggio) mentre si trovava a Roma, un commento più ampio ma comunque sobrio al risultato delle elezioni presidenziali.