A
Attualità
Attualità, 18/2018, 15/10/2018, pag. 538

Congo - Nobel per la pace: sono solo un medico

Giusy Baioni

Da anni figura di primo piano nel panorama congolese, il medico Denis Mukwege, vincitore insieme a Nadia Murad del Nobel per la pace 2018, racconta di essersi trovato suo malgrado a «riparare le donne» vittime di violenze brutali. All’inizio era un semplice ginecologo e ostetrico. L’unico, nella provincia del Sud Kivu. Si occupava di maternità, di salvare donne con gravidanze difficili. Poi, è iniziata la guerra. E con essa, la «guerra nella guerra», quella combattuta sul corpo delle donne, delle mamme, delle giovani, delle bambine, anche molto piccole.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-8

Camerun - Con il virus, la tregua

Giusy Baioni

he sia effetto del coronavirus o delle intercessioni dei vescovi, in Camerun le regioni del Nord-est e del Sud-est godranno finalmente un po’ di pace. L’appello del segretario generale dell’ONU Guterres, fatto proprio da papa Francesco, domandava con forza una sospensione delle ostilità in tutto il mondo per far fronte comune al Covid-19. E in Camerun pare proprio che tale appello sia stato recepito.

 

Attualità, 2020-6

Coronavirus - Lettera da… La mia Africa

Giusy Baioni

Sono state già scritte tante riflessioni su questo capovolgimento di ruoli. Oggi che siamo noi ad avere bisogno, oggi che siamo noi ad avere paura, oggi che siamo noi ad avere l’istinto della fuga, dal Nord o da un ospedale che ti ha dato la diagnosi che non vuoi sentire, oggi che siamo noi i rigettati, le persone non gradite, i respinti alle frontiere… giudicheremo ancora con supponenza? 

 

Attualità, 2020-4

Sudafrica: religioso ucciso

Giusy Baioni

Parrocchia di Bodibe, piccolo comune vicino a Mahikeng, Sudafrica nordoccidentale. È la notte del 12 gennaio, quando p. Jozef Hollanders, 83 anni, missionario belga, viene ucciso in casa. L’omicidio verrà scoperto solo nel pomeriggio del lunedì da un parrocchiano. P. Jeff (come era soprannominato), oblato di Maria immacolata, è stato il primo religioso ucciso nel 2020. D’origine fiamminga, era in Sudafrica da mezzo secolo e aveva vissuto tutto il travaglio del «paese arcobaleno».