A
Attualità
Attualità, 20/2018, 15/11/2018, pag. 611

Congregazione per le Chiese orientali, Oriente cattolico

Maria Elisabetta Gandolfi

Sono le Chiese del paradosso: le più antiche e le più martoriate, le più ricche di tradizioni anche molto diversificate e le più a rischio per la loro concreta esistenza. L’Atlante, che periodicamente la Congregazione per le Chiese orientali aggiorna, rende ragione di questa storia oggi fortemente compromessa dai conflitti endemici dell’area orientale e medio-orientale. 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-8

Anna Maria Canopi (1931-2019): madre per la Chiesa

Monaca, biblista, letterata

Maria Elisabetta Gandolfi

Il 21 marzo scorso, nella festa del transito di san Benedetto, è mancata suor Anna Maria Canopi osb, fondatrice e abbadessa per 45 anni del monastero Mater Ecclesiae dell’isola di S. Giulio a Orta (Novara). Dopo essere stata assistente sociale, era entrata nel 1960 nell’abbazia dei santi Pietro e Paolo di Viboldone dove il 30 maggio 1965 aveva emesso i voti solenni.

 

Attualità, 2019-8

Dibattito - Sacerdozio femminile: non capisco perché no

Maria Elisabetta Gandolfi

Si parlava d’uguaglianza delle donne nella Chiesa già al Vaticano II. Nel 2016 se ne era riparlato con l’istituzione della Commissione di studio sul diaconato femminile. Ma, come spesso capita, è sull’onda dell’urgenza che le discussioni si riaprono: in particolare attorno all’incontro vaticano per la protezione dei minori (21-24.2.2019) sono stati ripresi i dossier relativi alle violenze da parte di sacerdoti su donne in generale e religiose in particolare.

 

Attualità, 2019-8

Iraq - Chiesa caldea: cittadinanza e martirio

Intervista al patriarca dei caldei Louis Raphael Sako

Maria Elisabetta Gandolfi

A colloquio con il patriarca di Babilonia dei caldei e presidente dei vescovi cattolici dell’Iraq Louis Raphael Sako. Iracheno di nascita, si è formato al Pontificio istituto orientale, dove ha conseguito un dottorato in Patrologia orientale e, alla Sorbona di Parigi, con un dottorato in Storia. Dal 1997 al 2002 è stato rettore del seminario di Baghdad; il 27 settembre 2003 è stato eletto arcivescovo di Kirkuk e il 31 gennaio 2013 patriarca. Il 28 giugno 2018 è stato creato cardinale da papa Francesco.