A
Attualità
Attualità, 8/2018, 15/04/2018, pag. 206

Francia - Macron-Chiesa cattolica: la mano tesa

Alla ricerca di una terza via oltre la laicità radicale  

Michele Marchi

Lo si attendeva da un anno e finalmente Emmanuel Ma-cron ha parlato. E lo ha fatto con la consueta capacità mediatica. Qualcuno ha, infatti, definito «epocale» il discorso pronunciato il 9 aprile presso il Collège des Bernardins, rispondendo all’invito della Conferenza dei vescovi. Se il discorso farà o meno epoca e, soprattutto, se segnerà un nuovo inizio, è impossibile oggi stabilirlo. Le reazioni al discorso e le iniziative concrete dello stesso presidente aiuteranno a chiarire il quadro.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2018-12

Francia - Macron: la politica oltre la politica

F. Dosse e R. Debray interpretano la nuova presidenza a partire da Ricoeur e dal neo-protestantesimo

Michele Marchi

Si è molto scritto sulla rapida ascesa politica di Emmanuel Macron, passato in cinque anni dal ruolo di sconosciuto consigliere economico del presidente François Hollande a quello di più giovane inquilino dell’Eliseo. Sul fronte della formazione, oltre a Sciences Politique e all’École nationale d’administration, non poco inchiostro è stato versato per descrivere il rapporto personale e l’influenza intellettuale tra l’ottavo presidente della Repubblica e il filosofo Paul Ricoeur.

Attualità, 2017-4

Francia - Verso le presidenziali: certezza Le Pen

In una campagna elettorale incerta il Front national propone un modello sociale forte

Michele Marchi

La campagna elettorale che condurrà al voto del 23 aprile e al ballottaggio successivo del 7 maggio sta per entrare nella sua fase decisiva. Eppure non sono mancati momenti già piuttosto decisivi che hanno contribuito a delineare un quadro incerto e da molti definito caotico. Al momento ci sono infatti cinque candidati che, secondo i sondaggi, avrebbero concrete possibilità di raggiungere il ballottaggio. Si tratta del candidato di estrema sinistra Jean-Luc Mélenchon, di quello del Partito socialista Benoît Hamon, di quello «centrista» Emmanuel Macron, di quello post-gollista François Fillon e infine della candidata frontista Marine Le Pen.