A
Attualità
Attualità, 4/2019, 15/02/2019, pag. 106

Migranti - Caritas Lombardia: l’emergenza è integrare

Intervista a Luciano Gualzetti sulla scelta delle Caritas di proseguire nell’accoglienza

Paolo Tomassone

A colloquio con il direttore di Caritas ambrosiana, Luciano Gualzetti, che ha spiegando le motivazione e l'azione delle Caritas Lombardia contro il Decreto sicurezza, ha precisato come queste continueranno a partecipare alle nuove convenzioni con le prefetture e a garantire – a proprie spese – i percorsi d’integrazione già avviati, dai corsi professionali ai tirocini presso le aziende.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-4

Italia – Violenze sui minori: cosa fanno le diocesi

Paolo Tomassone

Contribuire a diffondere nelle comunità ecclesiali una cultura della tutela dei minori, per rafforzare la sicurezza dei luoghi ecclesiali, formando gli operatori pastorali e prevenendo ogni forma di violenza e abuso. Con queste finalità stanno nascendo in Italia Servizi regionali e inter-diocesani che dovranno lavorare in sinergia con il Servizio nazionale per la tutela dei minori e degli adulti vulnerabili della CEI, presieduto dal vescovo di Ravenna, mons. Lorenzo Ghizzoni.

Attualità, 2019-4

Editoria - Crisi della democrazia: w il pop

Paolo Tomassone

Studi e analisi dell’ondata populista che ha colpito le democrazie occidentali non mancano nelle librerie, visto l’animato dibattito sia in ambito italiano sia straniero.

Attualità, 2019-2

Italia - Vescovi e migranti: accoglienza e disobbedienza

Paolo Tomassone

C'è una Chiesa che richiama l’accoglienza e la «concreta solidarietà». E arriva anche a contemplare la disobbedienza civile, quando i legislatori e una parte dei politici sono indifferenti al dramma di disperati in cerca di protezione. È avvenuto tra la fine del 2018 e l’inizio del nuovo anno: 49 migranti hanno atteso per oltre due settimane al largo di Malta sulle navi delle ONG Sea Watch 3 e Sea Eye prima di poter mettere piede sulla terraferma; e i sindaci di Palermo e di Napoli, Leoluca Orlando e Luigi de Magistris, si sono proposti di sospendere il decreto sicurezza approvato qualche giorno prima dal Parlamento.