A
Attualità
Attualità, 8/2019, 15/04/2019, pag. 226

G. Caridi, Alfonso il Magnanimo

Francesco Pistoia

«Nato a Medina del Campo probabilmente nel 1396 e vissuto tra la Spagna e l’Italia, dove, dopo una parentesi dal 1420 al 1423, ritornò nel 1432 per rimanervi ininterrottamente fino alla morte avvenuta nel 1458, Alfonso di Trastamara, V re d’Aragona e primo re di Napoli – detto poi il Magnanimo per la prodigalità verso gli uomini di cultura – è stato uno dei principali protagonisti della politica europea dell’ultimo secolo del Medioevo»

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2018-20

L.Sembrano, Accogli lo straniero - S. Grasso, Le parole sono importanti - C. Broccardo, Dare un volto alla Chiesa

Francesco Pistoia

Una nuova collana dedicata alla Bibbia. Affidata a studiosi e docenti di facoltà teologiche, condotta con rigoroso metodo scientifico e con intento divulgativo, si rivolge a lettori d’ogni condizione. I volumetti di «Attualità della Bibbia» sono leggibili e fruibili: impostazione organica, stile semplice, modulo narrativo scorrevole.

 

Attualità, 2018-14

Anonimo calabrese, Vita del glorioso padre san Francesco di Paola; G. Fiorini Morosini, La caritas sacrificalis

Francesco Pistoia

La Vita dell’Anonimo calabrese ora pubblicata offre notizie utili sull’apertura degli eremi (cf. 84). Benvenuto ne ripercorre l’iter fondativo, con particolare attenzione a Paola e a Paterno. 

Alla spiritualità di san Francesco di Paola e alla sua opera di riformatore, Giuseppe Fiorini Morosini, arcivescovo di Reggio Calabria, dedica pagine intense nello studio su La caritas sacrificalis, che arricchisce il suo importante saggio su Il carisma penitenziale di s. Francesco di Paola e dell’Ordine dei minimi. Storia e spiritualità, (Curia generalizia dell’Ordine dei minimi, Roma 2000) e illumina tanti aspetti della spiritualità di Francesco, intesa come spiritualità della liberazione.

Attualità, 2018-8

Fondazione Giorgio La Pira (a cura di), Moro e La Pira

Due percorsi per il bene comune

Francesco Pistoia

Le lettere di La Pira a Moro (in gran parte inedite) che il volume – 25° della collana «I libri della Badia» lodevolmente promossa dalle Edizioni Polistampa – presenta si aggiungono al gran numero di missive del sindaco santo (ma quante ne scrisse?). Documenti tutti utili alla comprensione della storia politica e religiosa contemporanea. Sono un racconto dell’esperienza umana e politica che La Pira (e Moro) va maturando, del suo pensiero e del suo sentire.