A
Attualità
Attualità, 8/2020, 15/04/2020, pag. 227

M. Ferrari, N. Scavo, Pescatori di uomini

Lorenzo Galliani

Nel libro scritto assieme all’inviato speciale di Avvenire Nello Scavo, il sacerdote modenese ripercorre le tappe che lo hanno portato, da un contatto con i centri sociali (non ideologico ma concreto: dare ospitalità a un migrante), a finire su un’imbarcazione dell’ONG a pattugliare il Mediterraneo per tendere la mano al prossimo. Un prete comunista? O magari no global, per via della sua amicizia con Luca Casarini, il leader del movimento che si scagliò contro il G8 di Genova... Chi vuole appiccicargli un’etichetta può stare tranquillo: nel libro troverà tanti facili pretesti.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-8

E. Romeo, Le tabelline di Dio

Piccole nozioni di matematica evangelica

Lorenzo Galliani

l volume di Enzo Romeo, caporedattore e vaticanista del Tg2 parte dal poco. Anzi, dall’1 come il bicchiere d’acqua fresca che, se dato a uno dei suoi discepoli, per Gesù è sufficiente a garantire una grande ricompensa (24). O dal 2, tante sono le monete («l’equivalente di un quadrante, vale a dire neppure un euro di oggi», 43) che la vedova nel tempio destina al tesoro sacro. Poco, in termini assoluti. Ma Gesù la nota, perché nel suo sguardo coglie la proporzionalità: «Il tanto dei ricchi è il loro superfluo; il poco della vedova è il suo tutto» (ivi).

Attualità, 2020-4

L. Miele, Mio padre odiava il rock’n’roll

Lorenzo Galliani

Il rock’n’roll, amato da Luca ma detestato da papà Antonio detto Nino, è solo un pretesto o poco più per parlare di rapporti padre-figlio, Seconda guerra mondiale, malattie, paradossi all’italiana, uomini d’altri tempi, del coraggio di chi tira avanti e solo Dio sa come. Partendo da una storia – quella dei Miele, per l’appunto – si arriva a descrivere un’epoca strana, che forse non si è conclusa.

 

Attualità, 2019-2

M. Granieri, L. Miele, Il Vangelo secondo il rock

Lorenzo Galliani

Il Vangelo secondo il rock è il frutto di un lavoro intelligente e creativo e s’inserisce in un filone che la casa editrice segue da anni, approfondendo la ricerca del religioso nei prodotti della cultura popolare: dai Simpson a Mafalda, da Harry Potter a Leonard Cohen. Miele, giornalista di Avvenire, per la stessa casa editrice ha pubblicato Il Vangelo secondo Bruce Springsteen (cf. Regno-att. 6,2018,161) e ripropone qui alcuni temi biblici presenti nelle canzoni del «Boss». Primo tra tutti quello del fallimento della paternità: da Adam Raised a Cain, con il male trasmesso da una generazione all’altra, a My Father’s House, una rilettura della parabola del figliol prodigo con finale infelice.1