A
Attualità
Attualità, 22/2019, 15/12/2019, pag. 655

Germania - Sinodo: urgente e necessario

Iniziato il cammino sinodale della Chiesa tedesca

Sarah Numico

La Chiesa cattolica in Germania ha ufficialmente cominciato il proprio cammino sinodale il 1o dicembre 2019, prima domenica d’Avvento. L’accensione, compiuta da un vescovo e un laico, di una «candela sinodale» nelle cattedrali di tutte le diocesi tedesche è stato l’atto simbolico, semplice e silente, che ha dato avvio a un percorso che durerà 2 anni.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-20

Orizzonte internazionale

Sarah Numico (a cura di)
CATHOLIC HERALD 26.10.2022, https://bit.ly/3Uv1e6y. Nella Chiesa cattolica d’Irlanda i sacerdoti sono 2.100, di cui 547 (26%) hanno un’età compresa tra i 61 e i 75 anni e circa 300 (15%) superano i 75 anni. Nelle 26 diocesi in cui sono dislocate le 1.355 parrocchie e 2.652 chiese, 52 sacerdoti irlandesi (circa il 2,5%) hanno meno di 40 anni; 47 persone si stanno preparando al sacerdozio...
Attualità, 2022-18

Orizzonte internazionale

Sarah Numico (a cura di)
JEUNE AFRIQUE 63(2022) 3117, 29 settembre. Nel «santuario dei preti pedofili» è il titolo di un dossier che il mensile Jeune Afrique ha dedicato a raccontare le vicende raccapriccianti di abusi e violenze sui minori legati alla Fraternità San Pio X nella comunità di Libreville, in Congo. A sollevare il coperchio dalla pentola è stato Claude, che oggi ha 53...
Attualità, 2022-16

Germania - Cammino sinodale: turbolenze

La IV Assemblea e il dialogo aspro e costruttivo

Sarah Numico

Un grande aereo passeggeri in un volo particolarmente turbolento: è questa l’immagine che forse può raccontare la dinamicità della IV e penultima Assemblea del Cammino sinodale della Chiesa cattolica in Germania, che si è svolta a Francoforte dall’8 al 10 settembre. Stesso posto (il Centro congressi della Fiera), meno distanze e complicazioni legate al COVID, 209 presenti (sui 230 delegati) con 7 vescovi assenti (e 62 presenti), forse una maggiore presenza della stampa (circa 100 giornalisti accreditati), la stessa scansione prevista per orario e programma. A differenza delle altre assemblee però il programma non è stato rispettato, il lavoro non è stato tutto concluso, il clima in alcuni momenti è stato molto teso, il rischio naufragio è stato sfiorato.