A
Attualità
Attualità, 4/2019, 15/02/2019, pag. 116

India - Chiesa siro-malabarese: disciplina!

Stefano Vecchia

Il Sinodo della Chiesa siro-malabarese si è tenuto dal 6 al 18 gennaio nel complesso arcivescovile del Mount St. Thomas a Kakkanad, sobborgo di Kochi, città dello Stato indiano meridionale del Kerala che è sede dell’arcidiocesi siro-malabarese di Ernakulam-Angamaly. All’incontro hanno partecipato 59 vescovi su 64 complessivi e sono stati affrontati diversi temi di rilievo. Tra questi la controversia riguardo la vendita di terreni dell’arcidiocesi di Ernakulam-Angamaly, sollevata più volte anche da sacerdoti locali per la presunta scarsa trasparenza nelle transazioni e per le perdite di denaro denunciate. Sulla questione si pronuncerà un’apposita commissione vaticana già operativa (cf. Regno-att. 6,2018,177).

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-16

Chiesa cattolica - India. Anche dalit

Stefano Vecchia

Non si allentano le tensioni all’interno della Chiesa cattolica indiana. Durante la scorsa estate sono riemerse su aspetti che hanno radici antiche e che sono particolarmente presenti nell’India meridionale, che non solo ospita una comunità cattolica più antica e consistente, ma è anche luogo di evoluzione e diffusione dei riti locali, quello siro-malabarese e quello siro-malankarese, in un non sempre sciolto equilibrio di rapporti tra loro e con il rito latino maggioritario.

 

Attualità, 2021-14

India - Padre Swamy: ora vive nei poveri

Stefano Vecchia

Padre Stanislaus Lourdusamy, noto come Stan Swamy (swamy è un termine onorifico della tradizione indù verso chi si dedica alla vita religiosa), è deceduto il 5 luglio in ospedale a Mumbai dopo 9 mesi in detenzione. Nato nello stato meridionale indiano del Tamil Nadu nel 1937, il gesuita era noto soprattutto come attivista per i diritti delle popolazioni indigene e di altri gruppi discriminati, emarginati o perseguitati ai quali aveva dedicato gli ultimi 30 anni della sua lunga vita. Si era trasferito nello stato di Jharkhand, nell’India centrale, uno tra gli stati indiani più arretrati e a più alta presenza di minoranze tribali e aborigene, in parte convertite alla fede cristiana.

Attualità, 2021-12

India - COVID-19: ancora emergenza

Stefano Vecchia

Superato il secondo picco pandemico il 30 aprile, quando si sono registrati 401.993 nuovi casi (con il record di 4.529 morti giornalieri il 18 maggio), nelle settimane successive, l’India ha visto scendere la curva del contagio ma questo non ha impedito l’allungarsi della scia di lutti e il rafforzarsi delle critiche e delle polemiche per come il governo ha mal gestito la pandemia.