A
Attualità
Attualità, 4/2021, 15/02/2021, pag. 117

Myanmar: il secondo golpe

Stefano Vecchia

Dal 1° febbraio il Myanmar (l’ex Birmania rinominata così un trentennio fa per togliere al paese un residuo retaggio coloniale) è tornata sotto il potere delle forze armate. Un colpo di stato incruento ha impedito l’inaugurazione del nuovo Parlamento uscito dalle elezioni dell’8 novembre 2020 e costretto in carcere o agli arresti domiciliari buona parte della élite politica e decine di potenziali oppositori.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-16

Cina - ONU: il Rapporto che accusa

Stefano Vecchia

Quarantasei pagine per quello che è finora il documento più circostanziato sulla repressione operata da Pechino sulla minoranza uigura e su altri gruppi sempre di fede musulmana nell’immensa provincia autonoma occidentale dello Xinjiang. Il Rapporto, diffuso il 31 agosto dall’Ufficio dell’Alto commissariato delle Nazioni unite per i diritti umani con sede a Ginevra, per fare «il punto» su quello che le autorità cinesi continuano a negare, è anche nel complesso il più pesante atto d’accusa finora formulato nei loro confronti, pur lasciando aperta la porta a una possibile cooperazione tra l’Alto commissariato e la dirigenza cinese.

 

Attualità, 2022-12

Asia - Filippine: il ritorno di Marcos

Stefano Vecchia

Il 9 maggio le Filippine sono state teatro di elezioni multiple che hanno un particolare significato e con ogni probabilità anche conseguenze rilevanti. I 66,75 milioni di elettori sono stati chiamati anzitutto a decidere chi avrebbe occupato le cariche di presidente e vicepresidente, ma anche molte migliaia di altre cariche amministrative, nei consigli locali e nei governi provinciali.

 

Attualità, 2022-8

Sri Lanka - Chiese: non dimenticare la Pasqua 2019

Stefano Vecchia

Sono trascorsi oltre 1.000 giorni dalla «Pasqua di sangue» dello Sri Lanka, quando una serie coordinata di attentati portò morte e devastazione in diverse località dell’isola, provocando 279 vittime.