A
Attualità
Attualità, 6/2021, 15/03/2021, pag. 156

Politica - COVID-19: l’impatto

Paolo Segatti

Le conseguenze del COVID-19 sui sistemi politici vanno valutate sulla base di prospettive temporali diverse. Alcuni effetti si manifesteranno solo tra qualche tempo. Le trasformazioni economiche causate dalla recessione da COVID-19 provocheranno inevitabilmente un profondo disagio sociale, le cui conseguenze potrebbero riversarsi sulla politica democratica. È prevedibile, poi, un aumento dei flussi migratori con l’impatto che questi hanno su opinioni pubbliche già ora impreparate ad affrontare la trasformazione delle loro società in senso plurale.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-20

La democrazia come teatro

Il populismo come fenomeno da libreria (ma non solo)

Paolo Segatti

Il populismo da tempo continua a suscitare un grande interesse. Nella conversazione pubblica, il termine viene usato per lo più per indicare partiti e leader che sembrano sfidare lo status quo, nella convinzione che l’interlocutore capisca al volo di che cosa si stia parlando. Ma non v’è certezza che sia così, considerando la straordinaria varietà di leader e di partiti ai quali viene attribuito il titolo di «populista».

Attualità, 2020-20

Indagine sui valori. Gli italiani tra due secoli

Ferruccio Biolcati, Giancarlo Rovati, Paolo Segatti

Come sono cambiati gli italiani negli ultimi 40 anni? Come si sono modificati i nostri comportamenti e quale è stata l’evoluzione di alcuni orientamenti culturali? Ad esempio l’idea di lavoro, la concezione della famiglia, l’interesse per la politica e l’atteggiamento verso le istituzioni? Quale stabilità conserva, se la conserva, la relazione tra fede religiosa e comportamento morale? Il dossier presenta l’introduzione del volume Come cambiano gli italiani edito da Il Mulino, che analizza i dati italiani sui diversi temi della V rilevazione europea effettuata dalla European Values Study (EVS). Anche in passato abbiamo dato voce a queste ricerche, importanti perché di lungo periodo: cf. Regno-att. 8,2018,243. Analizzare quarant’anni, dal 1981 al 2018, significa infatti raffigurare un quadro storico fondamentale per il nostro presente. L’Italia tra due secoli. Dall’ultimo periodo degli «anni di piombo» e del referendum sull’aborto alla rivoluzione digitale in atto, passando dalla caduta del Muro di Berlino e dal cambio del sistema politico degli anni Novanta.
Ma significa anche fissare un fermo immagine della realtà alla vigilia di un nuovo grande cambiamento: quello indotto dalla pandemia in atto.

Attualità, 2020-18

Italia - Referendum e amministrative: rimane l’antipolitica

Analisi del voto del 20 e 21 settembre

Paolo Segatti

Il 20 e 21 settembre gli elettori sono stati chiamati a decidere se confermare o meno la riforma costituzionale che prevede la riduzione dei deputati da 630 a 400 e dei senatori da 315 a 200. Negli stessi giorni, oltre 18 milioni di italiani sono stati chiamanti a eleggere i consigli regionali e i presidenti di 7 regioni (Valle d’Aosta, Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania e Puglia) e quasi 6 milioni a scegliere da chi farsi amministrare nei 957 comuni di residenza.