A
Attualità
Attualità, 12/2022, 15/06/2022, pag. 380

R. Luciani, S. Noceti, C. Schickendantz (a cura di), Sinodalità e riforma

Una sfida ecclesiale

Antonio Ballarò

Configurandosi quasi come un manuale, il testo fa approfondire ad autori diversi un ampio ventaglio di temi raggruppati in 4 parti: l’edificazione della sinodalità; il ripensamento dei ministeri; la creazione del consenso; la sinodalizzazione delle istituzioni.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-14

M. Faggioli, Francesco papa di frontiera

Soglia di una cattolicità globale

Antonio Ballarò

L’edizione italiana di questo libro che, dopo Papa Francesco e la Chiesa-mondo (Armando 2014), è il secondo che lo storico e teologo Massimo Faggioli dedica espressamente a papa Bergoglio, giunge in un momento che conferma la sua tesi e aggiunge sfumature di cui occorrerà tenere conto per gli studi di storia e di teologia del pontificato. Rispetto all’edizione originale inglese, poi, quella italiana può contare sull’integrazione di altri elementi per l’approfondimento del tema: la pandemia di COVID-19, l’enciclica Fratelli tutti, il viaggio del papa in Iraq (5-8.3.2021).

Attualità, 2022-10

A. Melloni (a cura di), Sinodalità

Istruzioni per l’uso

Antonio Ballarò

Il Sinodo sulla sinodalità voluto da papa Francesco, variamente entrato nel vivo a seconda dei contesti nazionali soprattutto durante quest’anno, è sin dall’accostamento dei due vocaboli – sinodo e sinodalità – un invito a pensare un evento e la forma di cui è portatore.

Attualità, 2022-8

E.R. Urciuoli, La religione urbana

Come la città ha prodotto il cristianesimo

Antonio Ballarò

Il volume sintetizza uno studio quinquennale intorno alle «formazioni reciproche» di religione e urbanità, nella duplice consapevolezza che l’una e l’altra entrano in relazione in quanto «tutto esiste nello spazio e genera, a sua volta, spazio» e che a una religione possano essere associati luoghi tanto materiali (le chiese) come ideativi (il paradiso).