A
Attualità
Attualità, 6/2022, 15/03/2022, pag. 176

S. Cassese, Intellettuali

Domenico Segna

«Tempi bui», con questa espressione il noto costituzionalista si schiera a favore dell’importanza che, nonostante tutto, riveste il ruolo dell’intellighenzia, specie in questa fase storica dove, oltre alla pandemia da COVID-19, s’assiste al dilagare di un’altra non meno tragica: quella di un’ignoranza di base e dei suoi effetti deleteri sulla società e sulla democrazia.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-4

L. Marotta, María Zambrano e il pensiero dell’Occidente

Saggio di filosofia

Domenico Segna

Nel tentativo di ricucire lo strappo originario della filosofia greca e delle sue ricadute pratiche nel corso dei secoli, María Zambrano s’inoltra in un sentiero nel quale non sono possibili né una ragione senza poesia.

Attualità, 2024-4

P. Ribet, G. Romano (a cura di), Sappiamo ancora riconoscere il male?

Riflessioni sul male fra scienza, filosofia e teologia

Domenico Segna

La «rivincita di Dio», celebre locuzione coniata dal filosofo e arabista francese Gilles Kepel, è sotto gli occhi di tutti: proprio per questo dire Dio significa dire, al contempo, anche il male. 

 

Attualità, 2024-2

P.C. Bori, Per un consenso etico tra culture e Lettera sui monoteismi

Domenico Segna

Edito per la prima volta nel 1991, Per un consenso etico tra culture rappresenta uno dei momenti più alti della produzione intellettuale di Pier Cesare Bori.