A
Attualità
Attualità, 14/1998, 15/07/1998, pag. 447

CEI - Giustizia e pace: Educare alla pace

G. B.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-18

Sull’irrilevanza dei cattolici. Quale Chiesa, quale Cristo. Sul cammino sinodale

Arturo Marzano, Ugo Basso, Enrico Gaz
Sull’irrilevanza dei cattolici Caro Direttore, ho letto un articolo sull’Huffington Post (https://bit.ly/3lJ8UD3) in cui si analizza il ruolo della Chiesa in rapporto alla vicenda della legge Zan, attraverso una serie di considerazioni sue e di altri intellettuali di area cattolica. Si tratta di argomenti e di spunti di riflessione che io condivido, nel complesso. Il tema dell’irrilevanza...
Attualità, 2021-12

Germania - Vescovo di Monaco-Frisinga: Marx resta

Le dimissioni respinte, il Cammino sinodale, la riforma della Chiesa

Card. Reinhard Marx, G. Bätzing, papa Francesco

Come un fulmine a ciel sereno, venerdì 4 giugno il card. Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco – Frisinga, ha presentato le dimissioni dal suo incarico episcopale. Presidente della Conferenza episcopale tedesca dal 2012 al 2020, il porporato è dal 2013 membro del Consiglio dei cardinali e dal 2014 coordinatore del Consiglio per l’economia.

A fianco del testo delle dimissioni, pubblicato anche in italiano sul sito della diocesi (https://bit.ly/3cpf4De) e presentate al papa il 21 maggio scorso, presentiamo la nostra traduzione dell’intervista che il presidente della Conferenza episcopale tedesca, Georg Bätzing, ha rilasciato al canale TV Ardmediathek il 4 giugno (Re-blog.it; https://bit.ly/3v5fDbQ) e il testo della lettera con la quale il papa il 10 giugno ha rifiutato le dimissioni del porporato. (red.).

Documenti, 2020-5

Mediterraneo, frontiera di pace

Incontro di riflessione e spiritualità tra i vescovi del Mediterraneo (Bari, 19-23.2.2020)

Card. g. Bassetti, papa Francesco

Promosso su iniziativa della Conferenza episcopale italiana e pensato più come un sinodo che come un convegno, l’Incontro di riflessione e spiritualità «Mediterraneo, frontiera di pace» era stato lanciato come idea già nel Consiglio permanente del marzo 2018 (cf. Regno-doc. 7,2018,225). Tenutosi a Bari dal 19 al 23 febbraio, con la partecipazione di 58 fra vescovi, patriarchi e cardinali le cui diocesi si affacciano sul Mediterraneo, si prefiggeva di «riscoprire il significato di una comune appartenenza al Mediterraneo, quindi (di) attingere alla bellezza e alla forza della comunione fraterna, e mettere a fuoco una profezia di unità» (card. Gualtiero Bassetti).

L’iniziativa è stata fortemente supportata da papa Francesco, che il 7 luglio 2018 in quella stessa città aveva convocato i capi delle Chiese e delle Comunità cristiane del Medio Oriente per una preghiera ecumenica per la pace (cf. Regno-doc. 15,2018,472ss), e che ha partecipato celebrando la messa conclusiva. L’incontro ha prodotto un documento conclusivo di proposte, che è stato consegnato al papa il 23 febbraio.