A
Attualità
Attualità, 9/2015, 15/10/2015, pag. 579

Sinodo - 50° di istituzione: nel solco del Concilio

Maria Elisabetta Gandolfi

Il legame tra Sinodo e concilio Vaticano II, ricordato da molti interventi, è stato ripreso in maniera definitiva durante la celebrazione ufficiale dei 50 anni della costituzione Apostolica sollicitudo di Paolo VI, a metà Sinodo, il 17 ottobre. Il card. C. Schönborn, arcivescovo di Vienna, al quale era affidata una relazione assieme al card. Baldisseri, ha definito il Sinodo come legato «inseparabilmente» al Concilio; anzi, ne è uno dei «luoghi d’interpretazione e di applicazione delle riforme», anche se non sono mai «mancate critiche» quanto al suo statuto: è «organo di consulenza» o ha «poteri decisionali»? «È una forma di co-governo della Chiesa universale»? I suoi metodi sono «adeguati allo scopo»?

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-20

Sinodo - Documento per la tappa continentale: la parola ai continenti

Il testo che sarà discusso dalle assemblee ecclesiali entro marzo 2023

Maria Elisabetta Gandolfi

Partiamo dalla fine. «Ogni assemblea continentale è chiamata a mettere in atto un processo di discernimento sul Documento per la tappa continentale (DTC) (…) e redigere un documento finale che ne dia conto» entro il 31 marzo 2023. «I documenti finali delle 7 assemblee continentali saranno utilizzati come base per la stesura dell’Instrumentum laboris, che sarà ultimato entro giugno».

 

Attualità, 2022-20

Francesco – Sinodo: l’eredità

Maria Elisabetta Gandolfi

Papa Francesco il 16 ottobre ha comunicato che il Sinodo sulla sinodalità si celebrerà in due sessioni: la prima nel 2023 e la seconda nel 2024. Si tratta non solo di un’assemblea ma anche di uno stile ecclesiale che costituisce l’eredità del suo pontificato.

 

Attualità, 2022-20

A. Jaise, K. Abraham, My Prophetic Struggle

The Narakkal Story

Maria Elisabetta Gandolfi

La storia narrata in prima persona da suor Anne Jaise è semplice e complessa allo stesso tempo. Ma la sua eco era arrivata sin qui grazie ai media, seppure un po’ sbiadita. Sister Anne appartiene alla Congregazione della Madre del Carmelo, la prima congregazione femminile indiana del Kerala, sorta nel 1866.