A
Attualità
Attualità, 4/2020, 15/02/2020, pag. 74

Osservatorio – Sinodi: vasto movimento

Maria Elisabetta Gandolfi

Non solo in Germania o in Vaticano. Con nomi e modalità differenti, sia che si tratti di assemblee diocesane, regionali o nazionali, il percorso sinodale avviato e insistito da papa Francesco procede. Elenchiamo alcune di queste esperienze senza pretesa di esaustività, ma con l’idea di continuare a monitorare questi movimenti all’interno della Chiesa universale e locale.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-16

G. Pell, Diario di prigionia

Maria Elisabetta Gandolfi

Ormai dimenticata dalle cronache, la vicenda del cardinale australiano George Pell, condannato nel febbraio 2019 a 6 anni per violenze sessuali ai danni di due coristi tredicenni della cattedrale di Melbourne – avvenute nel 1996 nella sacrestia, appena conclusa la messa solenne presieduta dallo stesso Pell, da poco insediato – viene fissata nelle pagine di questo diario, scritto in carcere e poi dato alle stampe alla fine del 2020, una volta prosciolto dalle accuse.

 

Attualità, 2021-14

Santa Sede - Informazione vaticana: i nodi di Francesco

Cronaca da un mese difficile

Maria Elisabetta Gandolfi

Il mese di giugno e gli inizi di luglio sono stati caratterizzati da un’agenda fittissima di notizie sul fronte vaticano – escludendo la questione del DDL Zan (cf. in questo numero a p. 409) e della salute del papa –. Meritano di essere fissate nero su bianco perché sintetizzano alcuni degli snodi cruciali del pontificato di Francesco e delle Chiese locali nel seguire il percorso tracciato dal papa venuto «dalla fine del mondo».

 

Attualità, 2021-14

A. Cuzzocrea, Che fine hanno fatto i bambini?

Cronache di un paese che non guarda al futuro

Maria Elisabetta Gandolfi

Perché i bambini durante il COVID sono scomparsi come soggetti? Erano una questione privata delle famiglie? O piuttosto un protagonista strutturalmente trascurato dalla società italiana? A partire da questi interrogativi l’autrice, giornalista di Repubblica, ha svolto una piccola inchiesta, ponendo la domanda che fa da titolo al volume a uomini e donne pedagogisti, psicologi, demografi, scrittori, traendone alcune risposte.