A
Attualità
Attualità, 16/2022, 15/09/2022, pag. 517

M. Prodi, Regno di Dio e mondo nel «De civitate Dei»

Una parola attuale per il cambiamento d’epoca

Giancarlo Azzano

L’autore – presbitero bolognese, docente di Morale sociale alla Facoltà teologica dell’Emilia Romagna e alla Pontificia facoltà teologica dell’Italia meridionale, responsabile della Scuola di impegno socio-politico della diocesi di Cerreto Sannita – conduce il lettore nella difficile navigazione fra i 22 libri del De civitate Dei; ne delinea le interpretazioni che si sono snodate da allora fino a oggi e propone una lettura più equilibrata e avveduta.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2023-2

Ch. de Foucauld, Storia di un missionario controcorrente

Un santo con una missione speciale

Giancarlo Azzano

Incertezze esistenziali e fede inquieta sono alcuni dei caratteri della biografia spirituale di Charles de Foucauld (1858-1916), nato visconte. Questa antologia raccoglie una scelta di lettere e di meditazioni evangeliche. Un personaggio difficile da definire per il suo stile di vita originale: missionario? Monaco? Eremita? Militare? Esploratore? Filologo?

 

Attualità, 2023-2

F. Strazzari, Frontiera ucraina

Guerra, geopolitiche e ordine internazionale

Giancarlo Azzano

Strazzari dipana il groviglio delle questioni accennate in maniera circolare: dal particolare della guerra all’universale delle relazioni politiche e internazionali, per ritornare al particolare. Così può mettere a fuoco le forze sociali, economiche, politiche e ideologiche in gioco, lasciando aperto il percorso interpretativo al lettore.

 

Attualità, 2023-2

F. Felice, R. Rossini, Laburismo cattolico

Idee per le riforme

Giancarlo Azzano

La deterritorializzazione degli individui e dei gruppi nell’età digitale rende difficile disegnare una mappa del villaggio globale. Deterioramento dell’ambiente, conflitti sociali, economia di mercato incontrollabile, nuovi nazionalismi, relazioni internazionali instabili ecc. rendono complicato formulare delle linee interpretative affidabili.