A
Attualità

Attualità, 12/2017

Italia - politica: l’antidoto e il veleno

Il fallimento della riforma elettorale

Gianfranco Brunelli

Siamo sempre più spinti a credere – anche dopo le elezioni comunali dell’11 giugno – che la gran parte dell’attuale classe politica, di destra, di centro e di sinistra, sia guidata da mero opportunismo. Cioè dal prevalente disegno di perpetuare se stessa, secondo il come delle possibilità che volta a volta si determinano. Altrimenti si tratterebbe d’incompetenza.

Front national: la lunga marcia di Marine

Dalla sconfitta alle presidenziali e legislative verso la dédiabolisation del partito

Marco Tarchi

Dédiabolisation. Con questa parola, che si può tradurre con «sdemonizzazione», gli osservatori sia giornalistici sia scientifici hanno creduto di poter definire la strategia messa in atto da Marine Le Pen da quando, il 16 gennaio 2011, il XIV congresso del Front national (FN) le consegnò la presidenza del partito che sino a quel momento, e per oltre quarant’anni, era stato guidato – con mano ferrea e intollerante verso qualunque fronda o ambizione personale di possibili «delfini» – dal padre Jean-Marie.

Un inedito di J. Dupuis: Dio cerca l’uomo con le religioni

In un libro intervista postumo la richiesta di riforma della curia romana

Giorgio Bernardelli

A ormai oltre dodici anni dalla sua morte torna a far parlare di sé padre Jacques Dupuis, il teologo gesuita che, tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila, con il libro Verso una teologia cristiana del pluralismo religioso (Queriniana, Brescia 1997) finì al centro di un’indagine molto discussa della Congregazione per la dottrina della fede.

Francesco - Viaggio a Fatima: le due Marie

Dal pellegrinaggio in Portogallo alla commissione su Medjugorje

Guido Mocellin

Papa Francesco si è esposto intorno al fenomeno Medjugorje mentre tornava dal pellegrinaggio a Fatima, ma non è solo questo il dato che suggerisce un qualche parallelo tra le apparizioni mariane avvenute in Portogallo nel 1917 e quelle iniziate in Erzegovina nel 1981. In entrambi i casi, infatti, le questioni in gioco, al centro anche dell’interesse dell’opinione pubblica ecclesiale, si possono ricondurre al ruolo e alla credibilità dei veggenti.

CEI – 70° Assemblea generale: Bassetti chiude la transizione

Gianfranco Brunelli

La 70a Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana (22-25 maggio) ha avuto al centro dei lavori l’elezione del nuovo presidente (cf. Regno-att. 10,2017, 257). Sarebbe meglio dire l’elezione e la nomina. Il nuovo meccanismo di selezione del presidente (cf. art. 26 dello Statuto della CEI) prevede, infatti, da parte dell’Assemblea l’elezione diretta di una terna di nomi, ciascuno votato in un’apposita sessione di voto e con la maggioranza assoluta dei voti. A partire da questa terna il papa nomina il nuovo presidente.

 

Italia - Bologna: diocesi al lavoro

Dall’eredità FAAC alla partnership con la città

Maria Elisabetta Gandolfi

Idee nate attorno a un ricco e inaspettato lascito stanno germogliando. Tutto è partito da un’azienda, la FAAC, la florida multinazionale di automazione dei cancelli, lasciata in eredità alla diocesi felsinea per volontà dell’amministratore Michelangelo Manin scomparso nel 2012.

 

Italia - Diocesi di Padova: comunicare in tempo di crisi

La scelta delle parole, lo stile di governo

Sara Melchiori

È difficile entrare nel tema di una Chiesa colpita da una crisi che ha avuto le dimensioni di uno scandalo internazionale, prima di tutto per l’inaccettabilità morale di un comportamento da parte di un presbitero, con evidenti e necessarie ricadute canoniche, e non secondariamente per i risvolti penali qualora venissero verificati. A Padova è successo a quattro giorni da Natale. Una canonica perquisita e messa a soqquadro dalle forze dell’ordine, scatoloni di materiale portati via. All’origine la denuncia di una signora che ha indotto a indagare il prete per favoreggiamento della prostituzione e violenza privata.

Italia – Diocesi di Padova: la ferita e la trasparenza

Maria Elisabetta Gandolfi

La vicenda di don Andrea Contin, oggi ex parroco padovano, denunciato e poi formalmente indagato per violenza privata e favoreggiamento della prostituzione è divenuta di dominio pubblico a partire dalla perquisizione della canonica dove abitava, avvenuta il 21 dicembre scorso. Ciò ha reso necessaria, sin dal primo momento,  una serie d’interventi sul fronte dei media (cf. in questo numero a p. 332) e su quello pastorale verso la diocesi.

 

Italia - Carcere: voce del verbo accogliere

Riflessioni a margine del 50° convegno nazionale del SEAC

Laura Marignetti

Il 50° Convegno nazionale Segretariato nazionale enti d’assistenza ai carcerati (SEAC), svoltosi a Bologna il 26 e 27 maggio scorso, ha coinciso con il 50° anno dalla sua fondazione e ha offerto l’occasione per riflettere – alla luce di tanta storia – sul ruolo che il volontariato è oggi in grado di rappresentare e sul contributo che concretamente è in grado di dare ai processi di cambiamento in atto in tema di esecuzione penale.

 

Pastorale - Metropoli: Dio delle città

Comprendere l’urbanizzazione per convertire la pastorale

Vincenzo Rosito

L’immagine della città globale caratterizza e identifica il primo decennio del XXI secolo. Le cosmopoli sono riconoscibili non solo per la capacità d’avvicinare luoghi e spazi del pianeta oltremodo distanti, ma soprattutto per la globalizzazione del processo di urbanizzazione che le caratterizza profondamente. Negli ultimi vent’anni le grandi città mondiali sono cresciute con una velocità mai sperimentata prima. L’iperurbanizzazione è ormai un processo di portata planetaria

Germania - 36° Kirchentag: tu che mi vedi

Ricchezze e limiti di una storica kermesse

Sarah Numico

Si è svolto dal 24 al 28 maggio il tradizionale Kirchentag della Chiesa evangelica tedesca, la grande convention dei protestanti germanici, uno dei momenti forti del 500° anniversario della Riforma. A connotare questo 36° appuntamento uno spiccato spirito di festa, un numero particolarmente consistente di invitati stranieri, un programma che ha avuto il suo centro nella capitale tedesca ed eventi paralleli in altre otto città, poi confluiti a Wittenberg, città simbolo della Riforma, per una grande celebrazione e un concerto conclusivi.

Stati Uniti - Religioni: provocatorio ma non troppo

La politica religiosa di Trump in un paese diviso e lo sconcerto dei cattolici

Massimo Faggioli

Durante il primo semestre della sua presidenza, Donald Trump ha lanciato all’elettorato religioso una serie di messaggi che dicono qualcosa circa il rapporto tra il conservatorismo neo-nazionalista ora alla Casa Bianca e le diverse anime del paese.

 

Somalia, Sud Sudan, Nigeria, Yemen – Guerre: la fame come arma

Paolo Tomassone

In tutto il Sud Sudan, secondo le Nazioni Unite, circa 250.000 bambini con meno di cinque anni soffrono di «grave» malnutrizione, e rischiano, in mancanza di un intervento, di morire e 5,8 milioni di persone dipendono da aiuti alimentari. Anche Nigeria, Somalia e Yemen sono a «rischio credibile di carestia». Nei 4 paesi, 20 milioni di persone ne sono colpite. Le agenzie umanitarie stanno cercando di raccogliere fondi.

Armi - Dati SIPRI 2017: il mercato che tiene

Sabrina Magnani

Mentre la crisi economica persiste, specie in Europa e in Italia, c’è un ambito in netta controtendenza che segnala ovunque rialzi anche a due e tre cifre percentuali. Si tratta della spesa militare e della produzione e commercializzazione delle armi.

Africa - Marocco: la protesta berbera

Enrico Casale

Da sei mesi il Rif, la regione settentrionale che si estende da capo Spartel all’Algeria, è tornata a infiammarsi. La popolazione berbera si è rivoltata contro il potere di Rabat. Chiede scuole, ospedali, infrastrutture, industrie, colture alternative a quella della marijuana. Rivendica un maggiore rispetto per la cultura amazigh. Ma, soprattutto, si batte contro la «hogra», cioè l’abuso di potere, l’arroganza di chi comanda.

Coltivato nella parola

Alla vigilia della visita del papa a Barbiana, una rilettura di don Milani nelle lettere della famiglia

Bruna Bocchini

L’originalità ed eccezionalità di don Lorenzo Milani nella Chiesa italiana degli anni Cinquanta e Sessanta è stata riconosciuta ampiamente; questa non è dovuta solo alla radicalità della sua scelta evangelica, ma forse in primo luogo al fatto che il suo impegno evangelico di testimonianza è vissuto guardando la Chiesa e il mondo cattolico con un occhio esterno, per così dire, che gli permette di vedere realtà che altri non riescono a percepire perché troppo interni a quel mondo e a quella mentalità.

Schede - Giugno 2017

Valeria Roncarati

Per la redazione delle Schede di questo numero hanno collaborato: Giancarlo Azzano, Luigi Bosi, Giacomo Coccolini, Maria Elisabetta Gandolfi, Flavia Giacoboni, Valeria Roncarati, Francesco Pistoia, Daniela Sala, Domenico Segna, Paolo Tomassone.

S. Zucal, Filosofia della nascita

Piergiorgio Cattani

Il ponderoso volume di Silvano Zucal, docente di Filosofia teoretica all’Università di Trento, giunge a colmare una lacuna nel panorama culturale italiano. L’oggetto dello studio, infatti, è il tema della nascita. Ricchissimo di spunti e di citazioni, il volume offre un’analisi ragionata ed esaustiva della principale riflessione sul tema, ma anche lasciando aperte nuove prospettive di ricerca.

G. Ruggieri, Chiesa sinodale

Domenico Segna

«Sinodo, sinodalità, sinodale»: un sostantivo, una categoria, un aggettivo, tre termini usati nel corso dell’opera per mettere a fuoco un Concilio che nella dimensione «performativa» dello Spirito trovò modo di coagularsi non solo negli atti conciliari, ma anche nelle memorie scritte, nei «diari» di chi vi partecipò, testimonianze di una conversio in fieri che rende il Vaticano II ancor più atipico nell’orizzonte storico della Chiesa.

 

P.P. Bastia, Da perfidi judaei a carissimi a Dio

Le origini della dichiarazione conciliare sugli ebrei

Piero Stefani

L'opera di Bastia ha come scopo specifico l’indagine sulle ragioni, sia remote sia prossime, che hanno condotto a una dichiarazione solitamente colta come uno dei frutti più innovativi del Vaticano II (…) Essa, tra l’altro, si presenta ricca di apporti originali (si veda per esempio l’accurata disamina degli articoli dedicati agli ebrei apparsi su La Civiltà cattolica dal 1946 al 1963). Non si può quindi che essergli grati per la sua fatica. Lo studio «a monte» redatto da Bastia si affianca a una produzione dedicata alla Nostra aetate che non cessa di crescere, mentre non mancano ormai neppure indagini «a valle» incentrate sulla recezione del documento.

Il chierico provvisorio

Mariapia Veladiano

Il chierico provvisorio (Longanesi, Milano 1983) racconta la vocazione mancata di Virgilio Scapin: scrittore, libraio, gran maestro e priore della Venerabile confraternita del bacalà alla vicentina. Siamo a Vicenza, il fascismo guida con decisione la rovina dell’Italia, la piccola borghesia operosa che ci ha creduto troppo, ma senza entusiasmi particolari, si attorciglia per sfangarla fra cambiali e topi che rosicchiano la roba.

Africa - Madagascar: allarme violenza

Giusy Baioni

A metà febbraio, nel comune di Antsakabary si era scatenato l’inferno: 487 abitazioni date alle fiamme, un’anziana morta, saccheggi, violenze e torture, il tutto poi documentato da un rapporto redatto dalla Commissione nazionale indipendente dei diritti dell’uomo. Pochi giorni prima, due poliziotti erano stati linciati da una folla inferocita, pare per un semplice malinteso. A seguito di ciò, una quarantina di poliziotti erano stati inviati sul luogo per calmare la folla. E sarebbero stati proprio loro – secondo tale rapporto – a rendersi colpevoli di tali e tanti abusi.

America Latina XXXVI Assemblea CELAM: per amore dei poveri

Gabriella Zucchi

Accompagnata dallo slogan «Chiesa povera per i poveri», quella appena conclusa è stata un’assemblea di medio periodo – il CELAM si riunisce ogni due anni –, di valutazione del lavoro compiuto e di progettazione nell’ambito del Piano globale quadriennale 2015-2019 «Verso una Chiesa in uscita», incentrato sull’evangelizzazione.

Asia - Corea del Sud: no al nucleare

Stefano Vecchia

Il 23 maggio, l’agenzia d’informazione sudcoreana Yonhap riportava con evidenza la sconfessione da parte del responsabile dell’ufficio di presidenza, Cheong Wa Dae, di un rapporto che aveva trovato eco sui media locali e che anticipava senza conferme ufficiali la richiesta a papa Francesco da parte del capo dello stato Moon Jae-in di una collaborazione per arrivare a un vertice con il leader nordcoreano Kim Jong-un. Questo – è stato dichiarato a livello ufficiale – non è ancora il tempo opportuno per una simile iniziativa e pertanto essa è stata destituita di ogni veridicità.

 

Cina - Maternità surrogata: non si può vietare

Stefano Vecchia

Potrebbe sorprendere chi non conosce le disponibilità finanziarie dei gruppi più privilegiati ma anche di una classe medio-alta che è ormai di riferimento per politica, economia e tendenze. Nell’immensa Cina sono molti che pagano fino all’equivalente di 90.000 euro per ottenere una prole, possibilmente maschile, attraverso la maternità surrogata.

 

FLM – Assemblea generale, ARCIC III – Documento su Imparare a essere Chiesa; Ucraina – Patriarcati ortodossi, CEC, Global Christian Forum, Santa Sede, pentecostali ed evangelicali; Germania – Kirchentag; Francia – Una donna presidente delle Chiese protestanti; Bose – Spiritualità della Riforma; Santa Sede e CEI – Ramadan

Daniela Sala
Maggio FLM – Assemblea generale. La XII Assemblea generale della Federazione luterana mondiale (FLM) raccoglie dal 10 al 16 maggio a Windhoek, in Namibia, oltre 800 partecipanti, dei quali 324 delegati dalle 145 Chiese membro presenti in 98 paesi. Convocata nell’anno del 500° anniversario della Riforma protestante e ispirata dal motto «Liberati dalla grazia di Dio», l’Assemblea...

Myanmar; Scoperte scientifiche; Fatima e Medjugorje; Vincere Huntington senza distruggere embrioni; Benedizione pasquale delle famiglie; Lefebvriani; Cinque nuovi cardinali; Da Bagnasco a Bassetti; Trump; Da Vallini a De Donatis; Genova

Luigi Accattoli
Maggio Myanmar. Il 4 maggio il papa riceve la signora Aung San Suu Kyi, ministro degli Esteri della Repubblica dell’Unione del Myanmar e vengono annunciate le relazioni diplomatiche. È il 183° paese a stabilirle. In esso, i cattolici sono soltanto l’1% della popolazione. Scoperte scientifiche. «Non bisogna mai aver paura della verità, né arroccarsi in posizioni...

Ministeri ecclesiali e questione femminile: non vi sarà né uomo né donna…

Alessandra Deoriti

Lo «statuto di parità uomo-donna, adombrato in alcuni testi biblici (…) e trasparente nella prassi sacramentale del battesimo» non è ancora penetrato nel «tempo ordinario della vita dei credenti (…) L’annuncio della vita nuova in Cristo (…) offre visioni prospettiche dell’umanità restaurata» per andare oltre le forme assunte dalle istituzioni ecclesiali «via via consolidate e sacralizzate in senso patriarcale», in una sorta di «resa alla storia necessitante». L’ampia e completa disamina che qui presentiamo tiene conto della ripresa del dibattito sulla presenza femminile nella Chiesa a partire da alcune affermazioni ripetute di papa Francesco e dall’istituzione nel 2016 della Commissione di studio sul diaconato delle donne. E auspica non «una riedizione pura e semplice di modelli del passato, ma una fedeltà creativa al compito per l’oggi» che prenda in considerazione «una declinazione duale del ministero che rispecchi (…) lo “stare di fronte” originario dell’uomo e della donna, uguali e diversi, in una Chiesa tutta ministeriale».

Vivere il tempo: i pini di Villa Borghese

Piero Stefani

A volte capita di trovare metafore sul passare del tempo e sul senso dell'esistenza, attraverso l'osservazione della realtà circostante. Così per Simone Coronati i pini di Villa Borghese attestavano una placida immobilità. Nella vita capita d’essere felici a motivo di una profonda pace interiore che ci pervade. È una felicità priva del sigillo dell’incontro. Si è pieni, ma si è soli. Anzi, si è pieni proprio perché si è soli. Quella gioia ammicca alla divina indifferenza. In ciò trova la propria grandezza e il proprio limite. I pini che distendono i loro rami a decine di metri al di sopra dell’osservatore sono un simbolo di tale felicità.

Famiglia: e gli sposi? Ecumenismo e intercomunione; Maria svela le donne

Paolo Natali; don Giovanni Giavini; Domenico Pizzuti si
Famiglia: e gli sposi? Caro direttore, sul n. 8 de Il Regno attualità, ho letto l’articolo di Andrea Franzoni dal titolo «Il Vangelo della famiglia», nel quale si dà conto del convegno annuale della Facoltà teologica dell’Emilia-Romagna, svoltosi a Bologna ai primi di marzo, sul tema «Il vangelo della famiglia. La famiglia in prospettiva teologica». Al...

Martini e Bergoglio in avanscoperta

Come Matteo Ricci nella Cina del ’600

Luigi Accattoli

Mi chiamano a Nerviano (Milano) a fare memoria di Martini «a cinque anni dalla morte e a 90 dalla nascita». Tuffo nei tempi. Rileggo e trovo infinite risonanze tra Martini e Bergoglio, gesuiti del passaggio dal secondo al terzo millennio. Racconto l’emozione del tuffo. Narro le consonanze: ne ho trovate ventitré e ho capito che ne potevo scovare cento. Ma avverto anche le dissonanze.