Chiesa in Italia

Edizione 2017-2018

L'edizione 2017-2018 dell'Annale Chiesa in Italia presenta le cronache dei principali avvenimenti che riguardano il mondo ecclesiale relativi agli anni 2016 e 2017 (N. Pesci): siamo quindi al centro del rinnovamento voluto da papa Francesco anche per la Chiesa italiana; siamo, allo stesso tempo, al centro di un'evoluzione inedita del sistema politico italiano che tra elezioni amministrative, referendume e politiche cambierà tutta la sua classe politica dirigente.

Dall'indicazione del card. Bassetti alla guida della CEI - per mano del papa, secondo quanto voluto dalla maggioranza dei vescovi - risulta particolarmente evidente il passo nuovo e il protagonismo episcopale che Francesco sta chiedendo, specialmente in campo sociale, vero banco di prova di una "cultura per la vita" a tutto tondo.

Risulta anche dalle significative visite in Italia, con le quali papa Francesco ha recuperato la memoria di figure sacerdotali "profetiche" (L. Accattoli) - "perché essi hanno visto lontano e seguirli ci avrebbe risparmiato sofferenze e umiliazioni" -, non adeguatamente riconosciute al tempo in cui sono vissute: qui prendiamo in considerazione in particolare don Mazzolari (M. Maraviglia) e don Tonino Bello (M. Semeraro).

Idealmente unito a questo gruppo di profili vi è anche quello di don Giovanni Nervo, di cui proprio in questi giorni ricorre il centenario della nascita (E. Rossi). Anche la sua è stata una voce profetica, perché ha plasmato lo stile dell'azione caritativa in Italia sia nella Caritas, a livello nazionale, sia nella Fondazione Zancan, a livello della propria diocesi patavina, ma piàù in generale il pensiero "laico" sul nascente welfare state.

L'impronta di Francesco, infine, è rintracciabile anche per quanto riguarda le nomine dei vescovi (S. Marotta), che ahnno subito una rapida accelerazione (in 5 anni il papa ha nominato il 50% degli ordinari), colmando le numerose diocesi vacanti, inserendo molti volti nuovi di vicari e parroci e ringiovanendo, in generale, l'intero corpo episcopale (età media 56 anni rispetto ai 58 di papa Ratzinger); e per quanto riguarda accorpamenti e snellimenti negli uffici della Conferenza episcopale italiana.

L'Annale è anche sinonimo di proposte e di analisi. Ne sono un esempio il saggio di don W. Ruspi sulla necessità di un ripensamento della catechesi a partire dalla radice ebraica della Chiesa e quindi della formazione dei fedeli, specie i più giovani; e quello di G. Bazoli sul difficile e peculiare mestiere di banchiere, in un esigente confronto con le istanze dell'etica, anche a partire dalla recente crisi finanziaria, tra ricerca di "tutela degli interessi generali" e rispetto delle regole.

L'annale è anche il luogo del confronto su tempi lunghi, archivio prezioso di serie storiche, di interpretazioni e di dati: come i lettori più affezionati sanno, qui troveranno gli aggiornamenti non solo dei dati relativi alle diocesi (in questa edizione misuriamo popolazione, parrocchie, sacerdoti, diaconi, seminaristi, battesimi, comunioni, cresime e matrimoni religiosi tra il 2016 e il 2017), grazie alla ricca mole di informazioni rese disponibili dall'Ufficio centrale di statistica della Chiesa cattolica (Vaticano); ma anche di cifre e realizzazioni di quell'ampio Accordo di revisione del Concordato, voluto dal card. Nicora, scomparso nell'aprile 2017, che fedelmente monitoriamo dal 1992 e che costituisce l'architrave dei rapporti tra stato e Chiesa italiana; e infine delle religioni non cattoliche, sempre più importanti co-protagoniste del vivere civile contemporaneo (D. Sala).

 

Si può acquistare (€ 13,00) l’Annale Chiesa in Italia, curato dalla rivista Il Regno a partire dal 1992, rivolgendosi a ilregno@ilregno.it, oppure telefonando in redazione allo 051 0956100.