A
Attualità
Attualità, 12/2017, 15/06/2017, pag. 321

Italia - politica: l’antidoto e il veleno

Il fallimento della riforma elettorale

Gianfranco Brunelli

Siamo sempre più spinti a credere – anche dopo le elezioni comunali dell’11 giugno – che la gran parte dell’attuale classe politica, di destra, di centro e di sinistra, sia guidata da mero opportunismo. Cioè dal prevalente disegno di perpetuare se stessa, secondo il come delle possibilità che volta a volta si determinano. Altrimenti si tratterebbe d’incompetenza.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2018-2

Acerra: l’antimafia non è una specializzazione

Gianfranco Brunelli

Costruttore di Chiesa. Defensor civitatis. Sono queste le due espressioni cardine che l’attuale vescovo di Acerra, mons. Di Donna, ha usato per celebrare le esequie di mons. Riboldi. Meritano una sottolineatura.

 

Attualità, 2017-22

Milano - Delpini per S. Ambrogio: elogio della politica

Gianfranco Brunelli

Il 6 dicembre scorso, alla vigilia della festività di Sant’Ambrogio, il nuovo arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, ha tenuto il suo primo discorso alla città. L’appuntamento è tradizionale e segna uno dei momenti attesi del messaggio pastorale del vescovo; ha, a un tempo, un significato pastorale e civile. Potremmo dire politico. E il testo di mons. Delpini è un testo sorprendentemente politico. Lo è in senso alto e pieno.

 

Attualità, 2017-20

Italia - Politica: mancanza di politica

Verso le elezioni del 2018

Gianfranco Brunelli

Il fermo immagine che le elezioni siciliane del 5 novembre – vinte dalla coalizione di centro-destra, perse dal Partito democratico (PD), e con il Movimento 5 stelle (M5S) primo partito, rafforzato dalla non competitività del centro-sinistra a motivo delle sue divisioni interne – ci restituiscono dell’Italia equivale a una conferma di quel che era già accaduto e che accadrà: siamo entrati in una fase di crisi strutturale della vita politica nazionale, contrassegnata da un sistema tripolare, conseguenza di un processo di destrutturazione del sistema partitico.