A
Attualità
Attualità, 16/2017, 15/09/2017, pag. 487

Dibattito - Riforma: sola veritas

Rivedere polemicamente il 500° della Riforma a colloquio con Marco Vannini

Domenico Segna

In un clima di ritrovato dialogo tra cattolici e luterani la casa editrice Lorenzo de’ Medici Press pubblica Contro Lutero e il falso Evangelo a firma di Marco Vannini: letteralmente un pugno nello stomaco, un libro «inattuale» contro il monaco agostiniano.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2017-18

S. Noceti (a cura di), Diacone

Quale ministero per quale Chiesa?

Domenico Segna

Un importante contributo attorno a una delle questioni su cui la Chiesa è chiamata a riflettere è dato dal volume collettaneo Diacone, curato dalla teologa Serena Noceti, che riflette sul diaconato femminile. Un lavoro a più voci frutto di una attenta parresia, ovvero di una capacità di parlare osando l’aperta franchezza, senza per questo dimenticare il senso di responsabilità che accompagna ogni seria analisi, specie se l’argomento è quello del ruolo della donna nella Chiesa cattolica d’inizio millennio.

Attualità, 2017-16

H. Zwingli, Opere scelte/1

Domenico Segna

Con il volume da poco edito, il lettore ha modo di conoscere le motivazioni di fondo che condussero alla drammatica spaccatura avvenuta durante i colloqui di Marburgo del 1529 all’interno del fronte protestante sul tema eucaristico che generò due grandi famiglie: i luterani e i riformati, quest’ultimi costituiti dai zwingliani e dai calvinisti.

 

Attualità, 2017-12

G. Ruggieri, Chiesa sinodale

Domenico Segna

«Sinodo, sinodalità, sinodale»: un sostantivo, una categoria, un aggettivo, tre termini usati nel corso dell’opera per mettere a fuoco un Concilio che nella dimensione «performativa» dello Spirito trovò modo di coagularsi non solo negli atti conciliari, ma anche nelle memorie scritte, nei «diari» di chi vi partecipò, testimonianze di una conversio in fieri che rende il Vaticano II ancor più atipico nell’orizzonte storico della Chiesa.