A
Attualità
Attualità, 14/2019, 15/07/2019, pag. 426

Europa - Grecia: le radici oltre la Carta

La diaconia delle religioni come strategia d’integrazione

Laura Caffagnini

«StraPaC è un buon esempio di partnership interculturale ed ecumenica che prevede indagini sul campo, raccolta di buone pratiche, corsi e incontri»: così ci spiega Gelu Calina, docente del Centro per il dialogo tra scienze e teologia dell’Università di Craiova (Romania) che coordina il progetto in collaborazione con due agenzie di sviluppo locali e due atenei. Il progetto ha avuto due antecedenti, sempre finanziati dalla UE, su due temi differenti: il ruolo delle comunità cristiane nelle aree rurali come motore di sviluppo e il dialogo interculturale a servizio delle parrocchie e delle comunità rurali.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-16

Italia - Valdesi: il Vangelo è degli ultimi

Intervista ad Alessandra Trotta, nuova moderatora della Tavola valdese

Laura Caffagnini

Il Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi (Torre Pellice [TO], 25-29.8.2019) ha eletto come moderatora Alessandra Trotta. Un viso e una voce familiari all’ambiente. Palermitana, avvocata civilista, è diacona dal 2003. Dal 2009 al 2016 è stata presidente dell’Opera per le Chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI).

 

Attualità, 2019-16

Italia - SAE: Dio ama i poveri, non la povertà

Laura Caffagnini

Con la Sessione di formazione ecumenica svolta dal 21 al 27 luglio ad Assisi, il Segretariato attività ecumeniche (SAE) ha concluso il biennio 2018-2019 dedicato al tema «Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra». Quest’anno il focus era sulla povertà, vista in correlazione con le problematiche odierne del creato. 

Attualità, 2019-12

Dialogo - Islam: miti da abbattere

Intervista ad Adrien Candiard

Laura Caffagnini

Tra gli ospiti del Salone internazionale del libro di Torino c’è Adrien Candiard, domenicano, islamologo, membro dell’Istituto domenicano di studi orientali del Cairo. Lo abbiamo intervistato a partire dai suoi due libri più recenti, editi anche in italiano da EMI: Pierre e Mohamed. Algeria, due martiri dell’amicizia e Comprendere l’Islam. O meglio, perché non ci capiamo niente. Testi che l’autore definisce «due facce di un incontro e di una conoscenza dell’islam».