m
Moralia Tag: bene-comune

Moralia Tag: bene-comune

Se l’acqua diventa social. Abbiamo un problema?

Il marchio Evian, della famosa acqua che sgorga dalle Alpi francesi, è noto per lo stile ricercato del packaging e per le numerose collaborazioni con designer di moda per la creazione delle famose bottiglie limited edition. Citato addirittura in Omicidio sull’Orient Express di Agatha Christie, il marchio Evian è amatissimo tra le più famose star di Hollywood e pare sia molto apprezzato tra gli appassionati di fitness per le caratteristiche energetiche dell’acqua. Sono ormai alcuni anni, dieci per la precisione, che in collaborazione con star e designer Evian produce...

Parole (im)politiche: tempo

Ripensare l’etica politica e le parole che la informano: questo l’invito del presidente ATISM, Pier Davide Guenzi, nell’intervento su Moralia del 6 settembre 2018. Vorremmo accogliere tale orientamento nell’orizzonte di una prospettiva di etica civile (su cui già in diverse occasioni ci siano trovati a riflettere). È l’idea – già di Aristotele – di un’amicizia politica, che sta a monte della pluralità delle opinioni su come governare la cosa pubblica, e che anzi la informa e la sostiene. In questo quadro la personale...

Tempo del creato: un consenso più ampio, un’urgenza crescente

1° settembre: una data importante per Moralia che da diversi anni prende proprio dalla Giornata del Creato lo spunto per riavviare l’attività del Blog dopo la pausa estiva. Quest’anno, poi, l’evento assume una forza particolare: si allarga e si rafforza la rete dei promotori, ma si fa sentire anche l’urgenza di una crisi socio-ambientale che non tollera ritardi. Un evento ecumenico Il 1° settembre si pone quest’anno come apertura di un Tempo del Creato (www.seasonofcreation.org) co-promosso da una rete di organismi ecumenici che vanno dal Consiglio...

I valori celati nelle buone pratiche ambientali

Si collocava nell'ambito del Festival dello Sviluppo sostenibile dell'Alleanza per lo sviluppo sostenibile (ASVIS), l'evento su "Sostenibilità: a che punto siamo?", promosso dalla Fondazione Lanza assieme al Comune di Padova. Impossibile presentare in breve le ricche prospettive emerse nei diversi interventi (M. Mascia, A. Bratti, D. Pettenella, A. Marcomini, G. Chiellino, A. Lorenzoni, V. Cogliati Dezza, in rappresentanza di una varietà di competenze ed orientamenti ideali); numerosi gli spunti di valenza morale da segnalare. Trent'anni - e più - per un'idea Occasione dell'evento...

Al voto! Una responsabilità, quattro criteri

Si conclude con quest’ultimo post il percorso con cui Moralia ha seguito il cammino di avvicinamento a queste elezioni politiche, così delicate sia per l’incertezza che le caratterizza, sia per la novità della legge elettorale che le regola. Abbiamo preso le mosse da una considerazione d’assieme della politica nelle società occidentali (Guenzi) – tanto segnate tra l’altro dalla comunicazione in Rete (Benanti) –, per focalizzare poi l’attenzione su alcuni temi eticamente sensibili che sono in gioco in questa consultazione elettorale....

Il senso del dissenso: l’obiezione di coscienza è di moda?

L’obiezione di coscienza rappresenta una forma di dissenso che si esprime in un rifiuto motivato di prestare ossequio esterno a una legge, con possibili conseguenze penali quando tale obiezione non trova riconoscimento legale. Fino a qui tutto è pacifico, anzi è in linea con una certa tendenza “anti”, che è di gran moda! Le cose si complicano quando – a pensarci bene – l’obiezione di coscienza può essere colta nella sua configurazione di dissenso solo se tale configurazione non la esaurisce, bensì mostra il senso di tale dissenso...

Verso le elezioni: etica nella Rete

L’appuntamento elettorale del 4 marzo dà l’occasione a questo blog per affrontare alcune questioni di etica pubblica. L’idea è non solo di richiamare l’attenzione su temi importanti, che non potranno mancare nei programmi politici presentati dalle forze in campo, ma anche di individuare dei criteri di discernimento etico che aiutino a fare una scelta, nell’urna, orientata al bene comune. Il primo post della serie riguarda il tema dell’uso del web e dei social media nella campagna elettorale (Moralia).

 

Al volante: una zona franca dell'etica?

Tutti siamo utenti della strada: a piedi, in bici, alla guida. Ma quando siamo al volante ci sembra di trovarci in una zona franca dell’etica, mentre guidare ha importanti implicazioni morali. Si tratta di una pratica che mette a rischio la vita (propria e altrui), riguarda la salute (feriti e inquinamento), tocca le relazioni (le persone lungo la strada), mette in gioco lo stile di vita. Eppure i comportamenti in questo ambito non sembra vengano determinati dalla ricerca del bene, ma solo dal timore di controlli e sanzioni. Le implicazioni etiche sono tante[1], ma sembrano fortemente sottovalutate,...

Giustizia: un’esigenza fondamentale

Secondo diversi studiosi – ma anche a parere del cittadino comune – ci troviamo in un’epoca di grandi mutamenti, tanto da far prefigurare un vero e proprio risveglio della storia, ai quali necessita come nutrimento essenziale una prospettiva ideale capace di generare nuove visioni del mondo. Globalizzazione, tecnologia, lavoro, finanza, welfare, sicurezza, migrazioni sono tematiche fondamentali che in ogni campagna elettorale, in qualsiasi dibattito televisivo e in qualunque convegno tematico emergono in tutta la loro problematicità. Politici e studiosi, cittadini e movimenti,...

È tempo di turismo sostenibile

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno. Due scene reali. «A che ora chiude Venezia?», chiede, serio e convinto, un turista straniero sul far della sera a un residente. L’autostrada seminata di tabelloni che indicano in quanti minuti si raggiungerà le prossime città: Parma 20’, Reggio Emilia 35’, Modena 45’... Che strano: davvero qualcosa sta cambiando nel nostro approccio col mondo, se trattiamo le città come un mega Luna Park con orari di apertura e...