m
Moralia Tag: europa

Moralia Tag: europa

Europa dove vai? «Dialoghi» verso le elezioni europee

Un secolo fa pochi chilometri di confine, armi benedette e un’insana passione per la guerra sacrificavano milioni di vite a quella che fu detta «guerra civile europea». Dopo sarebbe accaduto anche di peggio, se possibile. Poi un continente diviso, da Trieste a Stettino; ma anche un sogno, condiviso dai padri fondatori (Konrad Adenauer e Alcide De Gasperi, Sicco Mansholt, Robert Schuman e Jean Monnet, Simone Veil e Ursula Hirschmann, tra gli altri), che il Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli, del 1944, aveva lumeggiato in termini di «vita politica secondo le peculiari...

Serve ancora l’Europa? E il cristianesimo?

Un primo accenno, che non posso approfondire in questa occasione, è a chiedersi che cosa sia «Europa»: quando ne sia sorta la nozione, quali ne siano stati considerati, via via, i confini nel corso del tempo, dai lontani riferimenti nell’antichità all’indefinita area collocata a Nord del mare Mediterraneo, al primo precisarsi di un progetto politico-culturale di Europa con l’Impero carolingio – in realtà un’Europa corrispondente grosso modo a una parte di ciò che attualmente viene definita Europa occidentale – seguito poi...

Vista da Malta. Il problema dei confini

In questi ultimi tempi ho l’impressione che quando mi presento e dico che sono di Malta, sempre più italiani conoscano il mio paese, che l’abbiano visitato di recente, e che il confine si stia pian piano dissolvendo. Qualche giorno fa, infatti, qualcuno mi ha parlato con grande entusiasmo del colore della pietra corallina che «da noi» si utilizza per costruire le case. Certamente, la pietra si vede di più perché l’Unione Europea ha appena speso più di 40 milioni di euro per restaurare 135.000 metri quadri di fortificazioni «all’italiana»,...

La lotta per il clima ha bisogno dell’Europa unita

L’Unione Europea svolge dall’inizio degli anni Settanta un ruolo guida nei confronti degli stati membri in materia di protezione dell’ambiente e di promozione dello sviluppo sostenibile. L’ambiente è infatti un tema consolidato a livello dell’UE ed è richiamato nei trattati: dall’Atto unico (1986) ad Amsterdam (1997) che introduce anche la promozione di uno sviluppo sostenibile, a Lisbona (2007) e nella stessa Carta dei diritti fondamentali (2000). Inoltre già dal 1973, con il primo Programma d’azione europeo per l’ambiente,...

Europa: un progetto eticamente qualificato

L’appello ai quasi 427 milioni di europei a prendere parte alle elezioni del Parlamento dell’Unione Europea fra pochi giorni suscita, tra le tante domande, anche quella sulla qualità etica del progetto Europa. Ma questa domanda ha versanti così diversi e differenziati che non possono essere ridotti e appiattiti, e neppure ci si può attendere risposte semplificanti e univoche. Proviamo a declinare la domanda su due possibili varianti. Che cosa può fare l’Europa per l’etica? La prima domanda porterebbe a chiedersi quali contenuti etici possono...

Paura o fiducia. Un’alternativa teologico-politica

Uno sguardo alla cronaca ci permette di individuare due figure emblematiche di come la scena culturale e sociale della nostra epoca sia ambivalente. La prima figura è l’attuale sindaca di Barcellona, Ada Colau, che ha promosso la rete internazionale delle «fearless cities», le città senza paura. Tale rete si propone di mettere in collegamento i progetti e le esperienze, attivati dalla politica locale, che si impegnano a offrire soluzioni concrete alle paure serpeggianti nella popolazione, immettendo fiducia dentro il tessuto della comunità civile attraverso...

Proteggere: dare asilo e non solo asilo

Proteggere… chi? Come destinatari del messaggio del papa, tutti noi siamo chiamati a una responsabilità morale verso «i migranti, gli sfollati, i rifugiati e le vittime della tratta», in quanto «comunità che li accoglie». Se guardiamo chi è arrivato nel nostro paese nel 2017, via mare o via terra, i volti sono in maggioranza di giovani uomini ma con un numero in crescita, negli ultimi anni, di donne e di minori soli, non accompagnati. Per entrare più nel dettaglio, secondo i dati del Ministero dell'Interno a inizio novembre 2017 risultano...

Un’idea di Europa e il francescanesimo

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno. In occasione dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma, istitutivi della Comunità economica europea e della Comunità europea dell’energia atomica, papa Francesco, nel rivolgersi ai capi di stato e di governo, pone una domanda ben precisa: «Qual è allora l’ermeneutica, la chiave interpretativa con la quale possiamo leggere le difficoltà del presente e trovare risposte per il futuro?». E’ una domanda che, da quando fu rivolta...

Oltre la Brexit: uscita come scelta morale?

Le cronache di questi giorni sono dominate dai riferimenti all’ormai probabile fuoriuscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea e dai gravi problemi che si prospettano a seguito del voto referendario. Numerosi osservatori hanno letto in tale opzione per l’uscita una scarsa capacità prospettica, un’incapacità di pensare il bene comune, aldilà di uno stretto orizzonte nazionale. Non intendiamo porci al livello dell’analisi politica, ma solo notare come il verbo uscire dice qui l’abbandono di un progetto di costruzione comune che - pur con le ombre che lo segnano - ha grande significato morale,...

La lezione della Brexit: Europa sì, ma diversa

Sembra strano a dirsi, oggi. Ma la prima volta che ho avuto la sensazione di essere per davvero cittadino d’Europa è stato proprio a York, in Inghilterra: eravamo in un taxi, insieme, io, italiano, Cristina, spagnola, Plato, greco, Mary, inglese, e Aurianne, francese. Tutti nel Regno Unito per motivi di ricerca, ci siamo guardati e ci siamo detti: «We are Europe». Cioè, «noi siamo l’Europa». È la nostra, d’altronde, la generazione che in Erasmus si è innamorata, che ha imparato a viaggiare low cost, che ha coltivato amicizie lunghe migliaia e migliaia di chilometri, che è cresciuta senza passaporto,...