m
Moralia Tag: ecologia

Moralia Tag: ecologia

Bioetica integrale. Una parola (im)politica

Come rinnovare la bioetica? Come superare la stasi in cui essa versa attualmente? Queste le domande con cui si misurava Giovanni Del Missier, nell’intervento di apertura dell’area bioetica di Moralia per questo 2018-19. Le indicazioni che egli offriva guardavano all’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, che invita a ritrovare quell’originaria ispirazione globale della bioetica stessa, cui orientava anche i precedenti interventi su Moralia di Simone Morandini e Francesca Marin nella serie «Bioregno». Bioetica come cura Ecco, allora, balzare in primo...

Fango. La salute è in gioco

La storia dei drammi idrogeologici di Genova intreccia da sempre ponti e fango. Singolare è però l’ultima (e molto discreta) di queste accoppiate, annidata nel decreto sul ponte Morandi all’articolo 41, per «risolvere alcune criticità» della gestione dei fanghi di depurazione. Criticità «risolte» con una temporanea deregolamentazione di fatto, rispetto alla presenza di idrocarburi pesanti nei fanghi che la legge consente di spandere in agricoltura. I rischi per la salute e l'ambiente  Anello importante di un’economia circolare...

Tempo del creato: un consenso più ampio, un’urgenza crescente

1° settembre: una data importante per Moralia che da diversi anni prende proprio dalla Giornata del Creato lo spunto per riavviare l’attività del Blog dopo la pausa estiva. Quest’anno, poi, l’evento assume una forza particolare: si allarga e si rafforza la rete dei promotori, ma si fa sentire anche l’urgenza di una crisi socio-ambientale che non tollera ritardi. Un evento ecumenico Il 1° settembre si pone quest’anno come apertura di un Tempo del Creato (www.seasonofcreation.org) co-promosso da una rete di organismi ecumenici che vanno dal Consiglio...

I valori celati nelle buone pratiche ambientali

Si collocava nell'ambito del Festival dello Sviluppo sostenibile dell'Alleanza per lo sviluppo sostenibile (ASVIS), l'evento su "Sostenibilità: a che punto siamo?", promosso dalla Fondazione Lanza assieme al Comune di Padova. Impossibile presentare in breve le ricche prospettive emerse nei diversi interventi (M. Mascia, A. Bratti, D. Pettenella, A. Marcomini, G. Chiellino, A. Lorenzoni, V. Cogliati Dezza, in rappresentanza di una varietà di competenze ed orientamenti ideali); numerosi gli spunti di valenza morale da segnalare. Trent'anni - e più - per un'idea Occasione dell'evento...

Verso la tempesta perfetta. Etica nell’antropocene

Come sta l’etica ambientale? Qual è il suo stato di salute, in un tempo che ha davvero un forte bisogno d’indicazioni in tale ambito? Sono queste le domande che hanno mosso lo stimolante seminario nazionale svoltosi venerdì 11 aprile presso la Fondazione Lanza su iniziativa del coordinatore del progetto «Etica e politiche ambientali», Matteo Mascia. La sua ricca articolazione interdisciplinare – vera espressione di «ecologia integrale» – vedeva la presenza di una pluralità di voci, legate al mondo della politica ambientale (C....

Ecologia integrale fa rima con «elettorale»?

Riprendiamo le nostre riflessioni di etica pre-elettorale con un nuovo sasso nello «stagno» – pieno di promesse – dei programmi elettorali: la questione ambientale, che pare essere completamente uscita di scena. Che cosa chiedere ai nostri aspiranti governanti su questo tema? Ci guida nella riflessione Bruno Bignami.

Fine anno: tempo di mestizia?

Un anno che si chiude lascia sempre dietro di sé qualche rimpianto per le molte cose non fatte, per i tanti impegni lasciati in sospeso. C'è sempre un po' di mestizia nei bilanci, a maggior ragione se si prova a farli con un occhio alla dimensione etica. Sentieri interrotti Questo è vero anche per il 2017 che giunge alla fine assieme ai passi terminali di una fase un po' triste della vita civile del nostro paese. Ha quasi una valenza simbolica il fallimento del Parlamento nell'approvare una legge di grande portata civile come quella sullo Ius soli, che avrebbe conferito cittadinanza...

Il pianeta è nudo: la COP 23 sul clima

Si sa, spesso la verità esce dalla bocca dei bambini. Come nella celebre fiaba I vestiti nuovi dell’imperatore di Andersen, dove un ragazzino spezza l’incantesimo cortigiano quando riconosce la nudità del re facendo emergere la cruda realtà, così è accaduto nella recente COP23 di Bonn (6-17 novembre), ossia nella conferenza internazionale sul clima. Il ragazzino si chiama Timoci Naulusala. Proviene da un villaggio delle isole Fiji, colpito lo scorso anno da un devastante ciclone. In assemblea ha candidamente raccontato ciò che ha dovuto subire...

Bioregno II - Un nuova saggezza: la bioetica globale

Di fronte alla parola bioetica, il pensiero va quasi naturalmente a questioni legate all'ambito della medicina o, più in generale, a quello dell'esistenza umana nella sua dimensione biologica. In effetti, la riflessione bioetica proposta dalla grande maggioranza dei testi in circolazione - che muova da un approccio basato su principi o che prenda a forma in relazione alle virtù o alla cura; che sia centrata sulla legge o sulla responsabilità; che si declini come laica o come religiosamente fondata - tratta comunque delle vicende di uomini e donne e delle scelte che essi/e...

Bioregno I – Bioetica globale: il tutto interconnesso

Muovendo dall’assunto che tutto sia strettamente relazionato, oggigiorno l’integralità appare un criterio imprescindibile per comprendere e affrontare ogni problematica, sia essa sociale, politica, ambientale, economica o culturale. In effetti, si adotta ad esempio un approccio riduttivo dinnanzi al fenomeno dell’inquinamento nel momento in cui ci si limiti a constatare il degrado ambientale che esso comporta; è questa una chiave interpretativa univoca che dimentica come tale fenomeno, pregiudicando tra le altre cose la qualità e l’accesso alle risorse...