m
Moralia Tag: informazione

Moralia Tag: informazione

Anche i blog hanno una storia

Per parlare di blog, uno strumento comunicativo piuttosto recente e con finalità molto diverse tra loro - dal diario personale-collettivo, alla piattaforma informativa fino allo strumento di marketing, ora sempre più in concorrenza con i social media - occorre un po’ di storia. Secondo www.blooacademy.it fu Jorn Barger che inventò a metà degli anni Novanta il web-log ovvero il logging the web. La formula iniziale del blog (termine poi coniato da Peter Merholz nel 1999) era un embrionale strumento di condivisione di freddi e interminabili elenchi di risorse o appunti...

Etica nel cyberspazio (con alcuni assaggi)

Cyberspazio: un'espressione risalente all'immaginifico scrittore cyberpunk William Gibson, che ne ha fatto ampio uso a partire dalla metà degli anni '80 (il racconto La notte che bruciammo Chrome risale al 1982). Egli scriveva da pioniere, ancora su una macchina da scrivere, in un'epoca remota per le dinamiche della tecnologia: da poco nata Internet (ancora soprattutto per la comunità scientifica - oltre al mondo militare, da cui proveniva); ancora da venire il World Wide Web. Parecchie sue opere (Neuromante, Mona Lisa Cyberpunk, Giù nel cyberspazio....) sono ormai diventate...

La divulgazione è una virtù. Riconnettere la ricerca con la vita delle comunità

L'avvento di Internet è stato salutato come l'apertura di una stagione in cui ognuno avrebbe avuto la possibilità di cercare e diffondere conoscenze e informazioni, di collegarsi con il mondo, di prendere pubblicamente la parola senza dover passare attraverso i media mainstream – cosa impossibile per il comune cittadino. Sembrava uno strumento, quindi, che avrebbe fatto crescere la democrazia, dando a tutti – gruppi, minoranze, singoli cittadini – la possibilità di prendere “pubblicamente” la parola e di mettere in circolo i propri contenuti. Ci...

Presenza e assenza

Mi è stato chiesto uno scritto per questo Dialoghi. Ma, io non ho partecipato al panel Theobloggers? Parlare di Dio sul Web, svoltosi a Bologna il 6 marzo 2018 in occasione dell’European Accademy of Religion (EUARE). Cosa potrei mai dire? Sebbene Simone Morandini mi abbia definita “insostituibile coordinatrice operativa” di Moralia, io a EUARE per quanto invitata, ero assente-giustificata. Ero in “viaggio di istruzione” con i ragazzi della scuola in cui insegno, con cui condivido il quotidiano. Ma è proprio questo su cui voglio soffermarmi. Ecco...

Etica in fumetteria?

Tutti siamo cresciuti con qualche fumetto in mano. È una tecnica immediata di raccontare, facile da percepire e veloce da leggere. Per molti passare all’edicola, chiedere del nuovo numero de... I Fantastici 4 ... e finalmente trovarlo, è stata una soddisfazione. Ma che c’entra con l’etica questa ... roba da bambini? E se si provasse ad uscire dall’ambito del fumetto spillato da edicola? Se si provasse a varcare la soglia di una fumetteria? La troveremmo piena di libri, esattamente come una libreria, ma con vignette e illustrazioni. Perché il fumetto...

Bolle in rete

Trivella sì trivella no? Nel tempo del knowledge sharing, la conoscenza condivisa in rete, niente di più immediato che un giro sul web per farsi un’idea. Peccato che spesso l’idea che ci andiamo costruendo sia quella che abbiamo già in mente, o la stessa di coloro con i quali già condividiamo opinioni e luoghi di approfondimento. Bolla di filtraggio Questo perché – osserva Eli Pariser in The filter bubble (2011) – accedendo alla rete siamo circondati da una “bolla di filtraggio”, come un “ecosistema d’informazioni” che ci protegge e imprigiona allo stesso tempo, evitandoci deviazioni incoerenti...

Privacy vs sicurezza: un’equazione a due incognite senza soluzioni?

In un suo fondo su La Stampa Gianni Riotta notava come Steven Spielberg presenti, nel suo nuovo film Bridge of spies, il caso della spia sovietica Rudolf Abel, catturato dall’FBI nel 1957, cuore della Guerra fredda. Abel ha diritto a un regolare processo o deve essere giustiziato da una corte marziale? Spielberg affida a Tom Hanks il ruolo dell’avvocato Donovan che, pur detestando l’URSS, rappresenterà da garantista, fino alla Corte suprema, l’agente KGB. Seguendo l’analisi di Riotta dobbiamo chiederci se questa narrazione cinematografica non sia il segno di antichi fantasmi che tornano: siamo...

(Dis)informazione e comunicazione: la corresponsabilità in causa

Esporre un cadavere è profanare il Nome di Dio: questo insegnano i Maestri con una esegesi apparentemente lontana dal testo scritto della Torah. Che i tagliateste del nostro tempo siano profanatori del Nome di Dio e della dignità umana non sembra ci sia dubbio. Ma un pensiero dovrebbero anche farlo tutti coloro che postano e ripostano sui social network le immagini di corpi straziati o decapitati. Benedetto Carucci Viterbi, rabbino - (30 agosto 2015) Il 27 agosto scorso, la cronista Alison Parker (24 anni) e il cameramen Adam Ward (27 anni) sono stati uccisi in diretta, a colpi di pistola,...