m
Tag: bioetica

Tag: bioetica

L’omicidio dell’orso? L’etica sulla "dignità" dell’animale

«Ce lo aspettavamo e non hanno mancato di compiere l’ennesimo barbaro inutile omicidio. Chi ha ordinato questo omicidio dell’orsa non è un uomo, è un barbaro»: ecco una delle dure reazioni di varie associazioni ecologiste[1] all’uccisione dell’orsa denominata “KJ2” avvenuta il 12 agosto 2017 nel Trentino. Il presidente della provincia di...

Custodire le relazioni: la posta in gioco delle DAT

Si ringraziano Aggiornamenti Sociali – ed in particolar modo il direttore, padre Giacomo Costa – per l’autorizzazione alla pubblicazione su Moralia del presente testo leggibile anche al seguente link: http://www.aggiornamentisociali.it/articoli/custodire-le-relazioni-la-posta-in-gioco-delle-dat/ Nelle scorse settimane il Parlamento ha riaperto la discussione sulle disposizioni anticipate...

Who? When? What? | La vicenda di Charlie Gard

La storia del piccolo Charlie Gard, un bambino britannico di 10 mesi affetto dalla sindrome da deplezione del DNA mitocondriale, sta animando il dibattito pubblico mondiale. Si tratta di una malattia genetica rarissima (solo 16 casi al mondo) che rientra in un gruppo di patologie genetiche causate da mutazioni in geni nucleari coinvolti nel mantenimento del DNA dei mitocondri. Questi sono degli...

Clima e salute: sulla post-verità

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno.     Che c’è in comune tra Trump ed un medico omeopata? E perché tale prossimità solleverebbe problemi etici? Per comprenderlo, vorrei richiamare alcuni elementi tradizionali della riflessione morale, che pure a prima vista potrebbero apparire...

Biotestamento: i punti morali

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno.   Era il 4 aprile 1997 quando, a Oviedo, il Consiglio d’Europa sottoscriveva la Convenzione sui diritti umani e sulla biomedicina. In essa, all’articolo 9, si affermava: «I desideri precedentemente espressi a proposito di un intervento medico da parte...

Dj Fabo riposa in pace… però noi dobbiamo darci da fare!

Quando qualcuno chiede di morire perché la morte appare come l’unica via di uscita da una condizione insopportabile, occorre “battersi il petto”.

Criogenesi: la salvezza che viene dal freddo

Londra 2016, 14 anni, malata terminale di cancro, scrive al giudice perché i genitori separati e in disaccordo tra loro si impegnino a rispettare la sua volontà di essere ibernata un attimo dopo la morte, con la speranza di essere riportata in vita senza finire definitivamente sotto terra. Il giudice colpito dall’insolita richiesta visita la ragazza e decide di esaudire il suo desiderio, deliberando di affidare le sue spoglie alla madre, che al contrario del marito non si oppone alla richiesta della figlia.

 

Cure alternative: ciarlatani, interessi economici e drammi umani

Accanto a vicende tristemente famose come quelle del Metodo Di Bella e il c.d. Protocollo Stamina che hanno occupato per lunghi periodi ampi spazi nella comunicazione mediatica, sono purtroppo ricorrenti notizie riguardanti l’esito tragico di pazienti affetti da gravi malattie che non hanno seguito le cure disponibili della medicina ufficiale per affidarsi a risorse alternative.

Il coraggio di comprendere: oltre il “pensiero unico”

Nei giorni scorsi il dibattito pubblico in Italia si è alimentato di un nuovo caso mediatico. La morte di Valentina Milluzzo, deceduta il 16 ottobre all'ospedale Cannizzaro di Catania dopo un parto abortivo gemellare, ha scatenato un paradossale scontro sull’obiezione di coscienza.

Eutanasia della bioetica?

La tesi è ardita, e il fatto che sia proposta da un presidente emerito del Comitato nazionale di bioetica non lascia indifferenti: la bioetica è morta per eutanasia! «La bioetica è fallita, è fallita da tempo e per di più senza che nessuno se ne sia reso conto. Quella che doveva essere pensata come etica della vita si è trasformata in un’etica...