m
Moralia Tag: dignita-umana

Moralia Tag: dignita-umana

Custodire le relazioni: la posta in gioco delle DAT

Si ringraziano Aggiornamenti Sociali – ed in particolar modo il direttore, padre Giacomo Costa – per l’autorizzazione alla pubblicazione su Moralia del presente testo leggibile anche al seguente link: http://www.aggiornamentisociali.it/articoli/custodire-le-relazioni-la-posta-in-gioco-delle-dat/ Nelle scorse settimane il Parlamento ha riaperto la discussione sulle disposizioni anticipate...

Ius soli: una questione di diritti

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno.   Quando l'Assemblea costituente francese approvava nel 1789 la Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino, compiva un'operazione di incomparabile valore dal punto di vista morale. Superando, infatti, una differenziazione tra gli esseri umani sulla base del censo...

È bene se crea comunione

Moralia | Una collaborazione dell'Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) con Il Regno Un’espressione usurpata in modo lento, progressivo ma ricorrente. Tutti i politici che aspirano a intercettare il cosiddetto voto dei cattolici se ne riempiono la bocca, talvolta in modo improprio e riduttivo. Ma che cos’è il bene comune? Potremo diligentemente...

Pasqua 2017: la luce ed il contrasto

Tanti i modi di guardare al giorno di Pasqua: da quello laico e critico di Scalfari su Repubblica, a quello di chi ne ha approfittato per godere la bellezza delle nostra città, a quello di chi ha vissuto una notte intensa, ricca della luce del Risorto che illumina la storia, la terra e la Chiesa. Pasqua è comunque festa di tutti; celebrazione di una vita che si rinnova, che si rigenera...

Il perdono: dono unico e puro

Dono e reciprocità Viviamo una realtà umana, troppo umana: siamo esseri-in-relazione che si feriscono a vicenda e diventano colpevoli gli uni nei confronti degli altri. Più una relazione diventa stretta, meno funziona secondo quella logica di reciprocità, le cui dinamiche sono pure senz’altro iscritte in ogni rapporto umano. Nessuna relazione infatti si può...

Crisi dei diritti sociali e crisi economica: un rapporto complesso

E' ormai diffusa la prassi di giustificare istituti normativi in base a criteri economici: nell’ultima campagna referendaria, ad esempio, l’abolizione atipica del Senato veniva motivata anche con la necessità di tagliare i “costi della politica”. Tale pratica pone, però, diversi interrogativi, anche di forte rilevanza etica.

 

A Natale il corpo è il messaggio

Mancano ormai solo pochi giorni al Natale, la festa che custodisce la memoria viva di quell’evento inaudito e scandaloso cui la fede cristiana, istruita dalle Scritture, dà il nome di «incarnazione». Il termine rinvia al prendere-carne della Parola che in origine era, che era verso Dio, che era Dio.

Criogenesi: la salvezza che viene dal freddo

Londra 2016, 14 anni, malata terminale di cancro, scrive al giudice perché i genitori separati e in disaccordo tra loro si impegnino a rispettare la sua volontà di essere ibernata un attimo dopo la morte, con la speranza di essere riportata in vita senza finire definitivamente sotto terra. Il giudice colpito dall’insolita richiesta visita la ragazza e decide di esaudire il suo desiderio, deliberando di affidare le sue spoglie alla madre, che al contrario del marito non si oppone alla richiesta della figlia.

 

Papa Francesco e l’aborto: minimizzare il peccato?

Nella lettera apostolica Misericordia et misera (MM) papa Francesco ha stabilito che tutti i sacerdoti potranno assolvere dal peccato dell’aborto (cf. 12). Ha esteso nel tempo una sua decisione che inizialmente era prevista per la durata dell’Anno della misericordia (cf. la sua lettera del 1 settembre 2015). In alcuni media questo è stato interpretato come una minimalizzazione di tale peccato da parte del pontefice. È invece vero il contrario.

 

Cure alternative: ciarlatani, interessi economici e drammi umani

Accanto a vicende tristemente famose come quelle del Metodo Di Bella e il c.d. Protocollo Stamina che hanno occupato per lunghi periodi ampi spazi nella comunicazione mediatica, sono purtroppo ricorrenti notizie riguardanti l’esito tragico di pazienti affetti da gravi malattie che non hanno seguito le cure disponibili della medicina ufficiale per affidarsi a risorse alternative.