m
Moralia Tag: cultura

Moralia Tag: cultura

Molto rumore per nulla? Guardare alla differenza di genere nella complessità

A fine gennaio, un papà norvegese, Ørjan Burøe, ha postato un video su Facebook, nel quale lui e il figlio di 4 anni, entrambi vestiti da Elsa, una delle due protagoniste di Frozen (Disney, 2010), ballano sulle note della canzone del film Let it go. In quattro giorni il filmato è stato visto 20 milioni di volte; a oggi più di 90 milioni di volte. Da un video virale … Come ogni post virale, il video di Burøe ha ricevuto anche numerosissimi commenti. Da una parte manifestavano apprezzamento per quel «papà dell’anno», capace...

San Valentino e l’amore digitale

Ci perdoneranno i santi Cirillo e Metodio, patroni d’Europa, se preferiamo dare più spazio in questo mese di febbraio a san Valentino, che veneriamo insieme a loro proprio oggi. La festa del santo ci fornisce il pretesto per cominciare ad affrontare la spinosa questione dell’amore nell’era digitale. Dobbiamo innanzitutto spezzare una lancia rispetto al mondo dei social media, per altri versi stigmatizzabili per diverse questioni. Il progetto Why We Post, coordinato dallo University College London (Ucl), ha dimostrato errate alcune precomprensioni nei loro confronti. Quando...

Paura o fiducia. Un’alternativa teologico-politica

Uno sguardo alla cronaca ci permette di individuare due figure emblematiche di come la scena culturale e sociale della nostra epoca sia ambivalente. La prima figura è l’attuale sindaca di Barcellona, Ada Colau, che ha promosso la rete internazionale delle «fearless cities», le città senza paura. Tale rete si propone di mettere in collegamento i progetti e le esperienze, attivati dalla politica locale, che si impegnano a offrire soluzioni concrete alle paure serpeggianti nella popolazione, immettendo fiducia dentro il tessuto della comunità civile attraverso...

Ermanno Olmi: una scia di bellezza e verità

Non sarà una classificazione di livello elevato, ma sovente le cose semplici dicono l’essenziale: ci sono onesti artigiani della regia cinematografica, ci sono gli autori, capaci d’imprimere alle loro opere uno stile determinato e riconoscibile, e ci sono i maestri. Questi ultimi fanno tracimare dai loro film ben più di una visione su di un tempo, una stagione storica, una serie di elementi culturali. Quel che chiediamo agli artisti e alle artiste sono elementi di comprensione, chiavi di lettura, alfabeti del dirsi, e del narrare le componenti del pensiero. Per abitare...